Ai play-off Nba Golden State e Philadelphia sul 2-0

1 minuto di lettura

Embiid straripante, Curry decisivo. Dallas pareggia la serie contro Utah NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) – Fattore campo rispettato e Philadelphia e Golden State si portano sul 2-0 nelle rispettive serie con Toronto e Denver. I 76ers si godono un Joel Embiid decisivo in gara 2 contro i Raptors: 31 punti e 11 rimbalzi nel 112-97 finale. Immarcabile il centro camerunense, che prende fallo dopo fallo e chiude con 12/14 dalla lunetta oltre a 9/16 dal campo. "Mi hanno mandato giù qualche volta ma mi piace, perchè poi mi rialzo più forte", le parole di Embiid, attorno al quale si dimostra all'altezza anche il cast di supporto: 23 punti per Maxey, 20+10 per Harris e 14 punti per Harden. Anunoby (26 punti) il migliore nelle fila di Toronto, che è andata sotto anche di 27 e proverà a riaprire i conti da domani notte, quando ospiterà gara 3. Il 126-106 sui Nuggets permette anche a Golden State di andare sul 2-0 e questo nonostante uno Stephen Curry ancora non al massimo: rientrato in gara 1 dopo un mese di assenza per un infortunio al piede, anche stavolta è partito dalla panchina ma ha comunque messo a referto 34 punti in appena 23 minuti. Tanto nervosismo nei Nuggets, dove Jokic sigla 26 punti e 11 rimbalzi ma si fa buttare fuori a sette minuti dalla fine per il secondo tecnico. In perfetto equilibrio la serie fra Dallas e Utah, con i Mavericks che – ancora privi dell'infortunato Doncic – si prendono gara 2 per 110-104, trovando il jolly in Jalen Brunson: 41 punti per lui, massimo in carriera. Fra i texani anche 25 punti di Maxi Kleber, con Dallas che colpisce dall'arco in 22 occasioni e riesce a risalire dal -10 dell'intervallo lungo. Per i Jazz, invece, 34 punti di Mitchell, 25 di Bogdanovic e 21 di Clarkson: da giovedì notte la serie si sposta a Salt Lake City, dove Dallas è reduce da 11 ko consecutivi. (ITALPRESS). (Photo credit: agenziafotogramma.it) glb/red 19-Apr-22 08:46

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il padiglione Bulgaria con con il progetto di Michail Michailov alla 59. Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia

Articolo successivo

Via Crucis. Grazie papa per la Croce ucraina e russa. Ma troppo “famigliarismo”

0  0,00