Calcio: Caos su Supercoppa in Arabia, Piquè “Niente da nascondere”

1 minuto di lettura

"Non c'è conflitto di interesse, so separare gli affari dal campo" BARCELLONA (SPAGNA) (ITALPRESS) – "Mi sento molto orgoglioso per questo accordo perchè per il calcio spagnolo è un accordo importante, assolutamente legale e, a mio modo di vedere, non c'è alcun conflitto di interesse". In una conferenza stampa notturna sul suo canale Twitch, Gerard Piquè si difende dopo la diffusione degli audio fra lui e Rubiales, presidente della Federcalcio spagnola, sulla ripartizione dei soldi per portare la Supercoppa in Arabia Saudita e il ruolo di intermediario della Kosmos, la società che fa capo al centrale del Barcelona. "Non ho nulla da nascondere – sottolinea il giocatore – Abbiamo legami molto buoni in Medio Oriente, dall'Arabia Saudita ci hanno fatto sapere che erano interessati a portare delle competizioni calcistiche nel Paese e così abbiamo optato per parlarne con Rubiales, per vedere se era interessato a spostare la Supercoppa fuori dalla Spagna. Abbiamo anche proposto di cambiare format ed è stato un successo. Qui l'unica cosa illegale è stata la pubblicazione di audio privati, fra l'altro del 2019, non c'è bisogno di essere molto furbi per capire chi c'è dietro". E poi chiosa: "So separare quello che è un accordo commerciale da quello che ho sempre fatto per tutta la mia vita, giocare a calcio. Che si dica che un accordo commerciale possa avere delle ripercussioni sul campo non ha idea di chi sia io". (ITALPRESS). glb/red 19-Apr-22 09:30

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina, la Russia lancia l’offensiva nel Donbass

Articolo successivo

Draghi positivo al Covid: come ha reagito la rete

0  0,00