Motocross: Cairoli torna in gara in California nel Campionato Ama Pro

1 minuto di lettura

Il pilota siciliano: "E' emozionante poter correre negli Stati Uniti" ROMA (ITALPRESS) – Il nove volte campione del mondo e leggenda della MXGP Tony Cairoli si schiererà con il team Red Bull KTM Factory Racing al cancello della 450 MX per i round di apertura del campionato AMA Pro Motocross 2022 in California, a maggio-giugno. Il fuoriclasse siciliano realizzerà un piccolo sogno da "lista dei desideri" rivolgendo la sua attenzione alla serie americana ed è per ora previsto che sia presente al Fox Raceway National a Pala e all'Hangtown Motocross Classic di Sacramento, rispettivamente il 28 maggio e il 4 giugno. Il 36enne si è ritirato dai Gran Premi a tempo pieno alla fine del 2021 dopo una brillante carriera in cui è diventato il secondo atleta di maggior successo nella storia di questo sport. Cairoli, che tornerà alle competizioni con la sua KTM 450 SX-F #222, ha utilizzato un'altra versione precedente della moto per vincere il campionato del mondo MXGP 2017 e ha anche centrato sei titoli con la KTM 350 SX-F, guadagnandosi il notevole primato di vincere almeno un Gran Premio ogni stagione durante i 18 anni che hanno segnato l'era ai massimi livelli di MXGP e MX2. "È emozionante poter finalmente annunciare che correrò negli Stati Uniti – le parole del campione di Patti – Guidare e correre in America è qualcosa che ho sempre voluto provare. Mi piace l'aspetto delle piste. Per me non c'è pressione per esibirmi e non ci vado con la stessa preparazione che avrei avuto per un mondiale, ma la prendo sul serio e cercherò di fare buoni risultati. So che questo genererà un certo interesse e sarà fantastico viaggiare, vedere alcuni amici e godermi il mio tempo". (ITALPRESS). mc/com 21-Apr-22 11:35

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Francia, contrordine: Le Pen non più fascista ma putiniana

Articolo successivo

Con l’Intelligenza Artificiale colonscopie più efficaci e sostenibili

0  0,00