Zanetti “Per i processi ci sarà tempo, ora pensiamo a giocare”

2 minuti di lettura

Il tecnico del Venezia: "Contro l'Atalanta senza la sensazione di paura" VENEZIA (ITALPRESS) – Si deve ripartire, qualsiasi esso sia l'avversario. Dopo sette sconfitte consecutive e l'aggancio della Salernitana, il Venezia affronterà sabato al "Penzo" l'Atalanta, che non sarà la squadra degli anni scorsi o dell'andata (finì 4-0 per i bergamaschi) ma ha gioco e uomini per mettere in difficoltà chiunque. Figurarsi una squadra come quella veneta, che nel girone di ritorno ha fatto solo 5 punti. In più mercoledì sera è arrivato il successo della Salernitana a Udine. L'allenatore dei lagunari, Paolo Zanetti, fa il punto. "Ora abbiamo gli stessi punti e partite dei granata, siamo noi due con il Genoa a inseguire il Cagliari e il calendario è uguale per tutti. Adesso è il momento di avere il sangue freddo e guardare a quanto si può fare, non al passato. Dobbiamo concentrarci sul futuro; con Atalanta e Juve saranno due sfide quasi proibitive ma da giocare: lo spirito di sopravvivenza fa cambiare i pronostici, l'obiettivo salvezza è complicato per nostri demeriti ma raggiungibile. Per i processi ci sarà tempo, ora giochiamo. Non credo basteranno 9 punti, anche se Genoa-Cagliari determinerà molto la quota salvezza. Lo Spezia ha vinto con Milan e Napoli, il Cagliari a Bergamo, noi abbiamo perso cinque punti nel finale: la differenza sta tutta qui", è la considerazione di Zanetti. Per la gara di sabato pomeriggio, l'infermeria sarà ancora una volta piena; Modolo ha un problema al menisco e si sta provando con una terapia conservativa e se il dolore dovesse persistere, allora la prossima settimana sarebbe operato e la sua stagione, di conseguenza, finita. Vacca sarà disponibile per l'eventuale recupero di Salerno di mercoledì prossimo, mentre Haps e Kiyine sono squalificati. Inoltre Caldara e Cnrigoj hanno accusato dei problemi muscolari. Saranno convocati Cuisance convocato Issa Bah della Primavera e il terzo portiere. In totale, il gruppo sarà composto da 23 elementi. "Sabato non dovremmo dare la sensazione di paura vista a Firenze sino all'intervallo – prosegue – Il primo tempo è stato imbarazzante, orribile, di livello basso su tutto gli aspetti, mentre la ripresa mi ha reso orgoglioso, è stata importante e avremmo potuto pareggiare. Sabato voglio un Venezia diverso, almeno quanto visto nei primi 45 minuti". Non sarà l'Atalanta di qualche mese fa ma Zanetti teme eccome gli orobici. Anzi. "In quel momento della stagione, davano 3-4 gol a tutti. Poi in Coppa Italia abbiamo fatto meglio. L'Atalanta fa paura anhe adesso, Gasperini fa un calcio europeo, gioca con coraggio ma tutti hanno momenti difficili e lui è un allenatore straordinario. Ci deve spaventare ma poi bisogna capire quale reazione avrai, allora la partita si può fare, si può dare dei grattacapi. Nella gestione dobbiamo diventare una squadra da Serie A". Lo stesso Zanetti chiede un passo in avanti ai suoi ragazzi in quest'ultimo mese di torneo. "Siamo sempre alla costante ricerca della nostra condizione psicologica e morale; i ragazzi stanno facendo esperienza, che ti porta a fare certe cose, ma sotto l'aspetto del gioco non abbiamo mai fatto male. Stiamo lavorando per provare a vincere e conquistare punti con chiunque. Ora la Salernitana arriva da un momento buono, noi da uno disastroso e la bravura sta nel togliersi lo zaino di piombo dalla schiena e guardare avanti. Abbiamo le stesse possibilità dei campani", conclude il tecnico arancioneroverde. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). rag/mc/red 21-Apr-22 16:06

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: CR7 ringrazia Anfield Road “non dimenticheremo”

Articolo successivo

Calcio: Thiago Motta “Non possiamo rilassarci, a Torino grande gara”

0  0,00