Calcio: Juric “Bel campionato, Serie A complicata ma non ancora al top”

1 minuto di lettura

"Contto lo Spezia una bella sfida, Thiago Motta ha creato un'ottima squadra", dice il tecnico del Toro TORINO (ITALPRESS) – "Contro lo Spezia sarà una bella sfida. Sono competitivi, Thiago Motta ha creato un'ottima squadra". Alla vigilia della partita con lo Spezia, Ivan Juric ha affrontato i temi legati alla sfida con i liguri e non solo. Si parte dall'ultima gara, quella pareggiata all'Olimpico con la Lazio. "A Roma abbiamo giocato una partita di grande livello e con grande personalità, compiendo dei passi in avanti dal punto di vista del controllo del gioco. L'unico rammarico è aver visto sfumare la vittoria. Mi dispiace per i ragazzi, perché avrebbero meritato di vincere per come hanno interpretato la gara. Con lo Spezia cercheremo di fare lo stesso tipo di gara". Per la gara di domani il tecnico croato ritroverà Praet almeno per la panchina. Oltre al belga, la cui assenza prolungata si è fatta sentire, il Toro recupera anche Mandragora, pronto a riprendersi il posto da titolare a centrocampo: "Rolando sta bene, penso che giocherà dall'inizio. Praet si è allenato con noi durante la settimana e domani andrà in panchina, spero di farlo entrare a gare in corso". Mancheranno invece Belotti e Pobega, entrambi vittime di infortuni durante il match con i biancocelesti: "Pobega ha un problema alla caviglia e non credo che possa esserci. Sicuramente non ci sarà il Gallo, il suo è un infortunio che richiede una decina di giorni di stop. Dovrà saltare i prossimi tre impegni ravvicinati, spero di riaverlo a disposizione per le ultime due gare". Il tecnico croato ha quindi affrontato in modo più ampio l'argomento del campionato: "Mi è piaciuto molto, perché ci sono tanti allenatori che cercano di far imporre il gioco alle loro squadre. Alcuni lo fanno seguendo il nostro stile, che deriva da Gasperini, altri, come Italiano, lo fanno attraverso modalità diverse. Penso che la serie A stia diventando un torneo sempre più difficile, anche se purtroppo non possiamo essere al top perché mancano i grandi campioni che giocano all'estero". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). rol/ari/red 22-Apr-22 14:04

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Riapre dopo un profondo rinnovamento il Museo Mazda

Articolo successivo

Cybersecurity, 64,6% degli italiani bersaglio di e-mail ingannevoli

0  0,00