Cioffi “A Bologna per ripartire forte, immensa stima per Mihajlovic”

1 minuto di lettura

"Al Dall'Ara voglio una partita di volontà, equilibrio e ambizione", dice il tecnico dell'Udinese UDINE (ITALPRESS) – Dopo la sconfitta di mercoledì contro la Salernitana, l'Udinese ha il dovere di rialzarsi per cercare di chiudere il finale di stagione nel migliore dei modi, nonostante l'obiettivo della salvezza sia ampiamente già conquistato. "Ho visto i ragazzi arrabbiati e consapevoli – ha detto il tecnico Gabriele Cioffi in conferenza stampa -. Non ho chiesto nessuna reazione perché ho visto una squadra che fino all'ultimo ha provato a vincere, chiaramente ha commesso un'ingenuità. Questo non è banale perché non avevamo raggiunto la salvezza la settimana prima ma ho visto una squadra che non si accontenta. Per raggiungere gli obiettivi ci vuole continuità, noi abbiamo avuto uno stop ma si riparte più forte di prima. Quello che vogliamo domani è fare una partita di volontà, equilibrio tattico e ambizione". L'allenatore dei friulani ha le idee chiare e vuole che il processo di crescita dei suoi ragazzi continui in maniera spedita: "La squadra sta bene sia a livello fisico che a livello mentale. Questo ce lo teniamo stretto. La valutazione fatta con lo staff e con i ragazzi è che non siamo abituati a giocare cinque partite in 15 giorni e quindi a livello fisico ma soprattutto a livello psicologico ci sarà una grande richiesta. Sarà un'ulteriore prova di crescita ed è questa l'ambizione che ci poniamo per le prossime gare". Cioffi non si fida del Bologna: "E' una squadra che ottiene un pareggio a reti bianche a Milano, che vince uno scontro diretto in casa e, fino al 95esimo, è in vantaggio 1-0 a Torino contro la Juve – sottolinea l'allenatore dei friulani -. Questo la dice tutta, c'è poco da aggiungere. Loro saranno volitivi e sull'onda dell'entusiasmo ma si troveranno di fronte una squadra più volitiva ed entusiasta ancora". All'Udinese mancherà Beto, al Bologna Arnautovic, Medel e Soumaoro: "Non mi piace parlare di assenze. Le assenze solo alibi, noi abbiamo una rosa completa e quindi non ne abbiamo di alibi. La partita è Bologna-Udinese, i calciatori cambiano lo spartito e le note, ma domani ci sarà Bologna-Udinese ugualmente". Infine, sul tecnico dei felsinei, Sinisa Mihajlovic, Cioffi dice: "Mi dispiace tantissimo a livello umano e anche professionale non potergli stringere la mano in panchina domani. Nutro profonda stima, rispetto e ammirazione per lui e per le sfide che sta vivendo e per quelli come lui che le hanno vissute in passato come Tabarez, recentemente Vialli o Vilfort che, nel 1992, ha vissuto una commovente battaglia con la figlia. Quindi c'è un rispetto immenso per Mihajlovic". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). xd6/ari/red 23-Apr-22 15:31

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Empoli sogna impresa, Andreazzoli “Col Napoli per vincere”

Articolo successivo

Calcio: Sarri punta il Milan “Settimana dura, gara diversa dalle altre”

0  0,00