Pallanuoto: World League. Settebello a caccia della Super Final

1 minuto di lettura

Azzurri debuttano a Podogorica con la Croazia, Campagna "Sulla strada giusta" ROMA (ITALPRESS) – Quattro giorni, dal 21 al 25 aprile, di common training ad Atene con la Grecia per testare la condizione fisica e mentale e provare gli schemi. Poi il trasferimento a Podogorica, in Montenegro, dove il Settebello campione del mondo sarà impegnato, da domani a sabato, al World League Europe Final Men 2022, che mette in palio tre posti per la SuperFinal di Strasburgo (23-29 luglio). La World League è l'unico trofeo mancante nella sconfinata bacheca azzurra. Debutto di ferro per la Nazionale di Alessandro Campagna, in piena costruzione e con tanti giovani in rampa di lancio, che nei quarti affronterà, con inizio alle 15.00 e diretta su Rai Sport +HD, la Croazia quinta alle Olimpiadi di Tokyo e bronzo iridato a Gwangju. In caso di successo gli azzurri sfideranno, in semifinale, la vincente del quarto di finale tra Francia e Montenegro. Gli altri due quarti che si incroceranno in semifinale sono Ungheria-Spagna e Serbia-Grecia. Final Eight che si disputa nella piscina del rinnovato "Sporting Club Moraca". "E' un po di tempo che osservo e prendo atto di una grande evoluzione del gioco della pallanuoto: il ritmo sta diventando sempre più alto, tatticamente stanno cambiando molte cose – spiega il ct Campagna – Molte nazioni stanno diventando competitive e tra queste ci metto ovviamente la Francia che vuol farsi trovare pronta per i Giochi Olimpici in casa. Noi siamo un cantiere aperto, mi piace sottolinearlo, e stiamo cercando di costruire una squadra in cui vi siano giocatori che abbiano predisposizione verso un certo tipo di gioco e di allenamento. Da qui al Mondiale ho poco tempo: farò molto il selezionatore e meno l'allenatore, poi per gli Europei avrò qualche settimana in più per valutare ulteriori aspetti. Sono convinto che abbiamo intrapreso la strada giusta: vediamo dove ci porterà. Due anni alle Olimpiadi di Parigi sono ancora tanti, avremo molti impegni, ravvicinati, e bisognerà essere bravi a non farsi condizionare dai risultati. Un successo non ci dovrà esaltare eccessivamente e una sconfitta abbattere emotivamente. L'obiettivo resta sempre quello di essere comunque competitivi, positivi e rimanere nell'eccellenza della pallanuoto internazionale. Ripeto è una fase di cambiamento: ci sono tanti giovani qui a Podgorica, altri stanno spingendo. C'è molto materiale su cui lavorare e ciò è comunque ottimo". (ITALPRESS). mc/com 27-Apr-22 17:18

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg Sport – 27/4/2022

Articolo successivo

Pil, Sangalli “Nel Def previsioni ottimistiche”

0  0,00