Bonucci “Juve in fase di cambiamento, imparare dagli errori”

1 minuto di lettura

"Scudetto? Inter favorita, con pochi punti in più ce la saremmo giocata anche noi" TORINO (ITALPRESS) – "C'è del rammarico perché abbiamo perso punti per strada che col senno di poi fanno pensare. Con tre-quattro punti in più gestiti in un'altra maniera eravamo lì a combattere fino all'ultima giornata. Però la Juventus è in un momento di cambiamento e certi errori ci possono stare, basta che siano da insegnamento per guardare avanti e crescere". Ospite di "Supertele" su Dazn, Leonardo Bonucci non fa mistero dei rimpianti in casa bianconera. Domenica è arrivata l'aritmetica certezza della qualificazione in Champions ma con qualche errore in meno la Juve poteva essere ancora lì a giocarsi il titolo. "La speranza è quella di fare qualcosa in più il prossimo anno sia in Italia che in Europa", l'auspicio di Bonucci, che nella corsa scudetto vede favorita, calendario alla mano, l'Inter "però questo campionato ci ha riservato sorprese anche se i nerazzurri hanno tre sfide abbordabili. È bello vivere questa lotta fino all'ultimo, peccato non esserne protagonisti perché bastavano pochi punti in più". Bonucci ha vissuto fra l'altro da bordocampo le sconfitte con Villarreal in Champions e Inter in campionato. "Viverle da fuori è stato veramente difficile, soprattutto perché non puoi aiutare i compagni. Purtroppo, ho saltato partite cruciali quest'anno ed è un grosso rammarico. Ora voglio chiudere la stagione alla grande". Tornato in bianconero dopo la parentesi Milano ("Per me prima di tutto viene la Juventus. Quella scelta fu dettata da momenti di delusione, rabbia e frustrazione poi cancellati. Dagli errori si impara, ma oggi sono contento di essere un esempio per i giovani e spero di esserlo per almeno altri due anni, fino alla scadenza del contratto nel 2024"), Bonucci dà qualche consiglio anche a Vlahovic: "Deve capire che deve giocare con meno frenesia. Gli viene chiesto di tenere la palla per farci salire e quindi deve capire la cosa giusta da fare. È giovane ed è normale che voglia strafare, ce lo teniamo stretto perché ci ha portato entusiasmo, gol e pesantezza in avanti togliendo responsabilità ad altri. Per noi è importante". Infine sul dibattito giochisti-risultatisti, sentenzia: "Abbiamo fatto grandi partite di livello agonistico e non è arrivato il risultato, mentre altre volte in cui abbiamo faticato poi abbiamo vinto. In questa stagione abbiamo pagato la poca esperienza dei tanti giovani di questa rosa, ma le basi per fare qualcosa di importante in futuro ci sono". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). glb/com 03-Mag-22 10:12

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Free2move acquisisce Share Now a livello globale

Articolo successivo

Bonetti “Dl Aiuti un sostegno concreto a imprese e famiglie”

0  0,00