Calcio: Lecce, sfogo Corvino “A Vicenza danneggiati da una pagliacciata”

1 minuto di lettura

"Andrebbe aperta un'inchiesta, è stata alterata la gara" LECCE (ITALPRESS) – "Non possono passare inosservate alcune situazioni che abbiamo vissuto". È un fiume in piena Pantaleo Corvino, direttore generale del Lecce, che oggi è intervenuto in conferenza stampa per tornare su quanto accaduto al "Menti", con la gara contro il Vicenza – che avrebbe potuto dare ai salentini la certezza della A – interrotta dopo un petardo che ha stordito il portiere biancorosso Contini e che alla ripresa ha visto la squadra veneta ribaltare il risultato. "Premesso che escludiamo qualsiasi congettura pensata da parte del Vicenza o dello steward e che condanniamo ogni forma di violenza, petardi compresi, nessun petardo buttato sotto una transenna ha fatto mai fermare una gara per così tanti minuti, alterando una gara che il Lecce stava meritatamente dominando e vincendo, anticipando la promozione in A. Qualcuno ha peccato di lealtà sportiva perchè c'è stata una sceneggiata, si è consumata una pagliacciata ai danni di una città che avrebbe dovuto gioire per la promozione in serie A. La gara è stata sospesa perchè uno, lontano da dove è scoppiato il petardo, si accascia. Gli hanno messo pure il collare… Andrebbe aperta un'inchiesta dalla procura, senza quel tempo fermo non si sarebbe creato poi quel clima che ha portato a degli errori da parte nostra e a un rigore parato che è stato ripetuto". Corvino ora invita i suoi a concentrarsi sulla gara di venerdì, "l'impegno più importante della stagione, con l'augurio che ci porti la vittoria e una promozione in A che sarebbe meritata per quello che questa squadra ha fatto finora". – foto agenziafotogramma.it – (ITALPRESS). glb/red 03-Mag-22 17:00

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, 62.071 nuovi casi e 153 decessi in 24 ore

Articolo successivo

Calcio: Bayern, Muller rinnova fino al 2024

0  0,00