Calcio: Accardi “Percorso Empoli importante, Andreazzoli il nostro faro”

1 minuto di lettura

"I giocatori si sono espressi al massimo, l'allenatore il valore aggiunto", dice il ds azzurro EMPOLI (ITALPRESS) – Obiettivo centrato in netto anticipo. L'Empoli può festeggiare la matematica salvezza nonostante manchino ancora 270 minuti alla fine di un campionato che ha visto gli azzurri tenersi sempre a debita distanza dalla zona che scotta. Non può che esserne soddisfatto il direttore sportivo dei toscani, Pietro Accardi, nonostante qualche piccolo rimpianto che non nasconde ai microfoni dell'emittente ufficiale Radio Lady e che è legato al ko casalingo con il Torino. "È stato un percorso importante, i calciatori, lo staff e l'ambiente sono stati straordinari. Chiaramente – dice Accardi – avremmo preferito festeggiare domenica davanti ai nostri tifosi ma questo non ci è stato permesso. Però nessuno può togliere quel che di buono la squadra ha fatto in campionato. Il percorso è stato difficile e l'inizio lo è stato altrettanto. Ci siamo basati su un aspetto: quello delle grandi motivazioni, andando a cercare calciatori funzionali e con spirito di rivalsa. Credo che ci siamo riusciti perché tutti i giocatori presi si sono espressi al massimo e hanno dato tanto. Compreso l'allenatore che è stato il nostro faro e il valore aggiunto della squadra". La salvezza è stata raggiunta seguendo la politica che contraddistingue la società del presidente Corsi. "Il progetto è sempre lo stesso – afferma Accardi – un ambiente come Empoli vive di scommesse, noi questo non lo dobbiamo mai perdere. La nostra forza sono i giovani che crescono, il presente ma anche il futuro. E siccome viviamo perennemente nel quotidiano ne vediamo la crescita: molto spesso sono loro a spingerci a puntare su di loro". Tante partite da ricordare, ma Accardi non ne sceglie una in particolare. "Preferisco sottolineare il percorso della squadra che è stato di continua crescita anche davanti alle prime difficoltà. Dopo la sconfitta con la Lazio alla prima giornata abbiamo vinto a Torino per poi perderne due. La Serie A è molto molto difficile ma la nostra vera forza è stata la continuità che hanno avuto i ragazzi nel migliorarsi, nel mettersi in discussione e nella disponibilità. Il derby di andata vinto in quel modo e il ritorno con il Napoli sono stati momenti veramente emozionanti per tutti", spiega Accardi felice dell'obiettivo raggiunto, ma non ancora mentalmente in vacanza così come tutta la squadra. "Vogliamo finire la stagione meglio possibile – chiude il ds azzurro – ne vale del nostro presente e soprattutto del nostro futuro: mio, dell'allenatore e dei ragazzi. Tutti, ancora oggi, abbiamo grandi motivazioni per fare bene queste tre partite. Futuro? Ad oggi vogliamo finire bene il campionato poi con allenatore e presidente ne parleremo". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/com 04-Mag-22 14:34

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Adecco, Semeraro nuovo Senior VP Recruitment Solutions Southern Europe

Articolo successivo

Fondi Pnrr. Cia-Agricoltura: oltre 1 mld

0  0,00