Calcio: Rodgers “A Roma la partita dell’anno per il mio Leicester”

2 minuti di lettura

"La squadra sta bene, siamo pronti", dice il tecnico delle Foxes LEICESTER (INGHILTERRA) (ITALPRESS) – "Questa è la nostra partita più importante della stagione". Brendan Rodgers sintetizza così la vigilia della semifinale di ritorno di Conference League, in programma domani sera in casa della Roma. Si parte dall'1-1 dell'andata e il tecnico del Leicester ha buone sensazioni, o comunque è confortato dal recupero di giocatori importanti come Dewsbury-Hall e Maddison, ma soprattutto Jamie Vardy: "Si è allenato bene, è pronto per la partita", ha dichiarato il tecnico nordirlandese che dovrà rinunciare solo a Wilfred Ndidi e Ryan Bertrand infortunati. "In queste ultime settimane abbiamo recuperato giocatori, li abbiamo gestiti per non correre il rischio di arrivare dove siamo con alcuni dei nostri giocatori indisponibili. Con il Tottenham abbiamo fatto diversi cambi, proprio per evitare problemi, visto che ci aspetta la partita più importante della nostra stagione. Ci arriviamo con giocatori in forma, pronti e concentrati sugli obiettivi della squadra", spiega Rodgers che ha grande rispetto per la Roma e per Mourinho, ma che crede ciecamente nei suoi ragazzi. "Siamo pronti per affrontare la sfida, stiamo bene, meglio rispetto a diversi periodi della stagione", ha detto il tecnico delle Foxes. Rodgers parla di un Leicester "affamato, abbiamo cercato di creare una mentalità vincente, alcuni giocatori hanno avuto bisogno di tempo, ma adesso noi tutti abbiamo fame di avere successo. Il nostro obiettivo principale è mantenere viva la storia di questo club, come abbiamo fatto in FA Cup, è stata la nostra prima volta e adesso vogliamo vivere la stessa esperienza anche in Europa. Non si possono fare paragoni con i quarti di Champions League di qualche anno fa, quello che stiamo vivendo è un altro capitolo della nostra storia". La stima nei confronti di Mourinho è nota, il regalo della scorsa settimana in Inghilterra lo dimostra, ma Rodgers non si aspetta nulla di particolare da parte del tecnico portoghese all'Olimpico. "Cosa può regalarmi in cambio della bottighlia di vino? Una tazza di tè. Non c'è nulla da ricambiare, il mio è stato solo un gesto di rispetto". In conferenza stampa anche uno dei punti di forza di questo Leicester: il portiere Kasper Schmeichel, uno di quelli che c'è sempre stato nei trionfi delle Foxes e che in bacheca ha Premier League, FA Cup e Community Shield. "Tutti i trofei che si possono vincere sono importanti – dice il danese -. Non gioco a calcio per finire quarto, quinto o sesto. Punti al massimo e cerchi di sfruttare le occasioni indipendentemente dalle competizioni, ma il momento di alzare il trofeo è quello a cui tutti ambiscono, sia i tifosi che noi calciatori. Il club è pronto per avere successo, siamo una società ambita perché le nostre infrastrutture sono tra le migliori al mondo. Abbiamo molto talento nella rosa, allenatore e proprietà sono fantastici, abbiamo quel che serve" dice Schmeichel che, però, non dimentica che l'11esimo posto in Premier League non fa onore alel potenzialità della squadra da lui stesso elencate. "Non è un segreto che non siamo contenti del nostro campionato, ma è stata una stagione pazza tra tante partite, gli infortuni, il Covid, abbiamo dovuto fare i conti con diversi fattori e tutto questo ha reso la stagione molto difficile da gestire". La Roma parte dall'1-1 dell'andata al King Power Stadium, Schmeichel sa che all'Olimpico non sarà facile: "Sono pericolosi, sanno essere cinici come hanno dimostrato all'andata. Affrontiamo una squadra ben allenata in uno stadio iconico, sicuramente sono felici di poter giocare la partita decisiva davanti ai loro tifosi, ma noi siamo concentrati su noi stessi, non pensiamo agli avversari". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/red 04-Mag-22 13:50

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Crociere, Zanetti “A Palermo nuovo terminal di prima classe”

Articolo successivo

Malagò “Su professionismo donne c’è discriminazione”

0  0,00