Calcio: Salernitana, Nicola “Vogliamo raggiungere il sogno”

1 minuto di lettura

"In questo momento chi entra può fare la differenza" SALERNO (ITALPRESS) – "Il Venezia è un'ottima squadra, sa giocare a calcio, ha ottime individualità. Siamo stati umili, nel nostro piano partita ogni 15 minuti dovevamo alzare e abbassare il ritmo ma c'è stato qualche errore che ci ha fatto spendere qualcosa in più anche se la partita era abbastanza in controllo. Non era facile però, dopo il pari, trovare il 2-1". Lo dice il tecnico della Salernitana Davide Nicola che commenta così il pesantissimo successo in chiave salvezza dei suoi granata nello scontro diretto con il Venezia. "Domenica c'è da giocare un'altra partita davvero tosta, dopo che già questa è stata ai limiti dell'umano – dice l'allenatore granata a Dazn -. Per noi è stato molto impegnativo, devo riconoscere la differenza fatta dallo staff tecnico, medico, dai collaboratori, dal nutrizionista per fare recuperare i giocatori". Poi i complimenti sono per i giocatori: "Bonazzoli l'avevo gia allenato, lo conoscevo bene. Ha qualità tecniche importanti, sta spendendo molto e c'è da dosare le forza, ma da inizio anno contribuisce a tirare avanti la baracca. Poi sono contentissimo per Perotti e Belec. Belec ha fatto un'uscita molto importante, Perotti sembrava un ragazzino all'esordio, correva a pressare tutti. In questo momento chi entra può fare la differenza, questo vale anche per Verdi". Su Bohinen invece Nicola dice: "Ci ha permesso di cambiar modo di stare in campo per non perdere aggressività e essere più efficaci. Se stanno tutti bene lui, Coulibaly ed Ederson sono centrocampisti davvero forti e competitivi. Senza dimenticare Kastanos e Mamadou Coulibaly che prima o dopo spero di recuperare. Ora viene il difficile – prosegue ancora Nicola -. Tutti vogliamo raggiungere questo sogno, i ragazzi lo meriterebbero davvero tanto per un percorso di due mesi e mezzo straordinario. Per noi sarà una partita difficilissima come lo sarà per il Cagliari che ha avuto una settimana per prepararla. Noi ci siamo allenati giocando, ora dobbiamo essere bravi a recuperare, c'è da fare una grande partita". Parlando del grande contributo dell'Arechi Nicola invita i tifosi a non fermarsi. "Ci hanno sempre spinto, chiedo loro di non smettere mai di cantare. In questo momento difficile che soffino alle spalle per infondere nei giocatori l'energia necessaria. I giocatori sanno che è lunga ancora, arrivano altre partite importanti e c'è bisogno che i tifosi vengano ancora di più". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). xc9/glb/red 05-Mag-22 21:01

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Bergoglio ha ricevuto Orban: habemus punto d’incontro?

Articolo successivo

Roma in finale di Conference League, 1-0 al Leicester

0  0,00