Calcio: Cioffi “Col Sassuolo per entrare tra prime 10, credo nel gruppo”

2 minuti di lettura

"La parte sinistra della classifica è un'opportunità, dipende da noi" dice il tecnico dei friulani UDINE (ITALPRESS) – Gabriele Cioffi ha dimostrato che la scelta della società è stata quella giusta. Lo ha fatto ottenendo risultati, mostrando bel gioco e una squadra solida e unita. La sua Udinese, domani impegnata al Mapei Stadium per l'anticipo in casa del Sassuolo, vuole chiudere al meglio una stagione che ha avuto momenti difficili, ma anche grandi gratificazioni e alcuni rimpianti, come per esempio quelli scaturiti dall'ultima gara, la sconfitta interna con l'Inter. "Indubbiamente ci ha lasciato amaro in bocca ma ci ha dato spunti per lavorare su cosa poteva essere fatto meglio. Ci aspetta una partita difficilissima perché il Sassuolo viene da un brutto scivolone, ma sicuramente ci faremo trovare pronti", spiega Cioffi ai microfoni di Udinese Tv e alla vigilia di un match che, statistiche alla mano, fa ben sperare visto che i neroverdi hanno sempre sofferto nelle gare contro i friulani. "Il passato è passato. L'Udinese non è la stessa Udinese così come il Sassuolo non è lo stesso degli ultimi tre o cinque anni. Loro vengono da un percorso con un allenatore come De Zerbi che aveva la sua filosofia, Dionisi ne ha una simile ma è la sua con peculiarità tutte sue. Lo stesso vale per noi, siamo simili ma diversi. Mi aspetto due squadre che, per motivi diversi, vogliono vincere". Potrebbe essere una sfida ricca di gol visto che l'Udinese da aprile è la squadra che segna di più con 18 gol, mentre il Sassuolo con 12 è quella che ne ha subite di più subito dopo l'Atalanta. "Vogliamo andare lì per fare più punti possibili, a partire da Sassuolo, nelle ultime partite. Che sia uno o che siano tre ci vuole equilibrio non ci si può focalizzare soltanto su un aspetto anche se oggi è positivo e galvanizzante. Per fare punti ci vuole il più equilibrio possibile". Cioffi sa bene che il Sassuolo, come motivazione in più, avrà quella di voler riscattare il pesante 1-6 con il Napoli, ma al di là della batosta incassata al Maradona, secondo il tecnico dell'Udinese "le insidie stanno nella qualità dei loro giocatori e nelle idee di gioco che Dionisi propone alla sua squadra. Sommate tutte insieme porteranno a trovarsi di fronte un squadra organizzata ed arrabbiata ma troveranno un avversario altrettanto motivato". Udinese 12esima, a -4 dal Toro decimo, in mezzo proprio il Sassuolo che ha tre lunghezze di vantaggio sui friulani. "La parte sinistra della classifica? Indubbiamente è un'opportunità che dipende solo da noi e ce la giochiamo". Ultime battute sugli attaccanti, domani non ci saranno Beto e Success, quindi Pussetto e Nestorovski potrebbero avere maggiori chance di trovare spazio: "Io credo nel gruppo. Si arrivano a raggiungere risultati grazie ai giocatori che giocano meno perché danno mentalità e pressione in allenamento durante la settimana. Sono quelli che quando conta tocca a loro. Succederà così per Nacho e Nesto che ho visto benissimo – assicura Cioffi -. Pussetto ha risposto presente con i gol in diverse situazioni ed anche Ilija, con meno minuti, ha risposto presente con una grandissima professionalità e il giusto atteggiamento. Sono convinto che entrambi faranno benissimo e faranno gol". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/com 06-Mag-22 14:25

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Xavi “Modello Real? Barça di Guardiola miglior squadra storia”

Articolo successivo

Atletica: Sfida Jacobs-Kerley a Nairobi, Tortu “Ottime sensazioni”

0  0,00