Mihajlovic “Bologna partito male, ma il rigore del 3-3 non si fischia”

1 minuto di lettura

Per il tecnico felsineo i suoi sono entrati in campo poco concentrati VENEZIA (ITALPRESS) – "Noi siamo partiti malissimo. Siamo entrati in campo poco concentrati, poco cattivi, poco aggressivi e sempre lontani dagli uomini. Lo dimostra il primo gol che non si prende nemmeno nella partita scapoli contro ammogliati. Poi abbiamo avuto la forza di reagire e siamo riusciti a ribaltare da 2-0 a 3-2. Avevamo la partita in mano, c'è stato il rigore che non mi convince" E' l'analisi di Sinisa Mihajlovic che torna dopo 50 giorni sulla panchina del Bologna ma non può festeggiare vista la sconfitta per 4-3 incassata dai suoi rossoblu in casa del Venezia. Ai microfoni di Dazn il tecnico serbo esterna tutte le sue perplessità sul rigore concesso ad Aramu che poi è valso il gol del momentaneo 3-3. "L'arbitro ha fatto bene in tutta la partita, non fischiando mezzi falli e mezzi contrasti, e poi fischia quel rigore lì: Medel tocca prima la palla e poi diciamo sfiora il piede, ma questo accade dopo – sostiene Mihajlovic -. Poi l'arbitro lo chiamano al Var e quando capita significa che c'è qualcosa che non è chiaro ma lui conferma la decisione. Poi di solito gli arbitri restano sul campo a fine partita, lui è entrato prima negli spogliatoi, forse in un certo senza aveva la coscienza sporca. Mi ricordo a Roma la trattenuta su Orsolini netta, era rigore e invece danno fallo di mano contro. Questi rigori non si dovrebbero fischiare, se no se ne danno 20 a partita. Ci ha scombussolato tutto, ci ha fatto innervosire. Nel finale poteva succedere di tutto, abbiamo avuto occasioni noi e loro. Alla fine hanno trovato loro il gol, ci dispiace per la gente che è venuta, per i tifosi" spiega l'allenatore del Bologna. "Mi fa arrabbiare l'approccio, ne abbiamo parlato tutta la settimana, Tutti pensano che è una partita facile perché loro venivano da 10 sconfitte di 10 e sono quasi in B. E invece non è cosi, noi siamo partiti proprio male pensando che sarebbe stato facile. La sconfitta ci brucia, ora abbiamo due partite dove dobbiamo far bene e fare più punti possibili" dice Mihajlovic che chiude con una battuta: "Se guardiamo le ultime 6 partite prima di questa (tutti risultati utili ndr) forse era meglio che rimanevo in ospedale. Magari si vinceva" scherza l'allenatore rossoblu. (ITALPRESS). xc9/pc/red 08-Mag-22 17:37

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Venezia-Bologna 4-3, i lagunari vincono nel recupero

0  0,00