Che fine hanno fatto le fashion blogger russe?

1 minuto di lettura

Erano belle, alte, ricche e sono sparite. Sarebbero Miroslava Duma, Dasha Zhukova e Natalia Vodianova, secondo la classifica stilata dalla rivista di moda Elle, le fashion blogger più in voga del continente Russo. Una vita basata sui post. Guadagni che arrivano dalle sponsorizzazioni e dalle partnership sui social. Entrate che sembrano essersi azzerate completamente in questo periodo. Dato il numero di followers delle fashion blogger in questione, le cifre variano in media tra i 5 e i 15 mila euro per post.

Eppure, delle famose influencer, non abbiamo più nessuna traccia. 

Miroslava Duma, 1.8 milioni di followers su Instagram, ha cancellato la propria immagine del profilo e, assieme a questa, tutti i post. L’unico che rimane visibile risale al 20 marzo e si legge: «Un caro membro della nostra famiglia è morto la scorsa notte, nell’ospedale di Kiev. E nessuno di noi può essere lì ora per dirgli addio».

Natalia Vodianova, 3.3 milioni di followers, non posta nuovi contenuti dal 3 aprile, nonostante nel mese di gennaio arrivasse a condividere una nuova foto ogni giorno sul suo profilo.

Per non parlare di Dasha Zhukova, 154 mila followers, il cui ultimo post è datato 30 dicembre 2021.

Come se non bastasse, quattro fashion blogger tra le dieci citate dalla rivista come le più popolari, ossia: Sasha Panika, Anastasia Reshetova, Maryana Ro, Ksenia Kolpacova non producono più risultati tra le ricerche su Instagram. Che cosa sta succedendo a queste belle ragazze? Stanno ripudiando gli stereotipi occidentali? Hanno paura di mostrarsi perché sono meno in ordine del solito? Hanno semplici problemi di connessione? O si sono ritrovate in una posizione scomoda?

Tutti si ricordano il recente scalpore suscitato dalle fashion blogger in questione mentre riducevano in frammenti le costosissime borse firmate Chanel. Eppure, quel vento di protesta sembra essersi affievolito lasciando spazio solo al silenzio. Ma a cosa si deve questa quiete? I profili non vengono aggiornati perché è stato oscurato Instagram? O perché i big del lusso hanno deciso di chiudere i loro negozi in Russia? 

Nessuna certezza all’orizzonte, non ci resta che chiederci se la scelta di scomparire dipenda dalla volontà delle influencer…

Di Maria Longobardi

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ucraina: Letta “È l’Europa che deve fermare la guerra”

0  0,00