Calcio: Il Venezia ci crede ancora, Soncin “A Roma per fare un’impresa”

1 minuto di lettura

"La vittoria sul Bologna una bella iniezione di fiducia" VENEZIA (ITALPRESS) – La salvezza non dipende dal Venezia ma il successo sul Bologna, arrivato dopo tre mesi e dieci sconfitte consecutive, ha dato un bel po' di adrenalina al gruppo che, comunque vada, vuole giocarsi il campionato sino alla fine. Anche in una partita all'apparenza proibitiva come quella di sabato sera a Roma. "Il 4-3 contro i rossoblù è una bella iniezione di fiducia per tutto il gruppo, anche se ogni partita fa storia a sé a seconda dell'avversario, delle condizioni dei giocatori. Ovvio che un successo riporta entusiasmo, perché è la somma del contributo di tanti elementi, dentro e fuori dal campo" spiega il tecnico arancioneroverde Andrea Soncin. In questi giorni si sta facendo un gran parlare su chi gioca prima o dopo nella corsa scudetto, Europa e anche salvezza. La sfida dell'Olimpico di sabato rischia di essere "disinnescata" dalla partita di Empoli del pomeriggio: se la Salernitana uscisse imbattuta, il Venezia sarebbe retrocesso in Serie B. "L'esito della partita di Empoli ci condizionerà ma contro la Roma ci aspetterà una gara di alto livello, in uno stadio pieno. Se rovesciamo la medaglia, potrebbe essere un vantaggio qualora la Salernitana dovesse perdere. È la Lega a decidere, anche se, in questi casi, credo che mantenere la contemporaneità sarebbe la cosa più sensata. Arriviamo da una vittoria e dobbiamo continuare così", continua Soncin. Da quando è subentrato a Zanetti, si è visto un assetto tattico diverso del Venezia, con una difesa e tra e rinunciando anche al tridente in avanti. "Ho adottato sempre delle sfumature dello stesso sistema di gioco, cercando di metterci un po' di strategia e tenendo conto dell'avversario. Di base, siamo stati più compatti, con una migliore distanza tra i reparti e più soluzioni offensive" fa sapere Soncin. Roma e la Roma significano Josè Mourinho e Soncin non nasconde l'emozione di stringere la mano allo Special One. "È uno degli allenatori più importanti della storia, è un grande comunicatore, da lui c'è solo da imparare. Poi in campo andranno i giocatori e confido molto in cosa stanno facendo i ragazzi. Troveremo un avversario bisognoso di punti in ottica europea, sarà una Roma combattiva ma ci stiamo preparando bene: per noi è l'occasione di fare un'impresa contro tutto e tutti" conclude il tecnico. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). rag/glb/red 12-Mag-22 14:36

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fiat 500X e Tipo ora anche con la motorizzazione Hybrid 48 volt

0  0,00