Calcio: Psg. Pochettino “Vicini a eliminare Real, Mbappé? Spero resti”

1 minuto di lettura

"Donnarumma? E' il club che decide", spiega il tecnico dei parigini PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) – "Al di là degli obiettivi raggiunti o da raggiungere, io credo che si debba giocare sempre per vincere, per dare una buona immagine di sè, bisogna essere professionisti, è anche una questione di onore, di orgoglio". Così il tecnico del Psg, Mauricio Pochettino, alla vigilia della partita contro il Montpellier, penultima di un campionato già vinto. E' chiaro che il club stia già da tempo lavorando sul futuro. "Non c'è dubbio, ogni società ha la sua strategia, ma noi dobbiamo pensare a dare il meglio", spiega Pochettino che non vuole soffermarsi sul futuro di Gigio Donnarumma e sul dualismo con Keylor Navas che secondo l'ex portiere del Milan necessita di un chiarimento. "Sarà il club a decidere, poi ognuno potrà avere la sua opinione, ma decide la società come quando ha deciso di puntare su Donnarumma, Navas e alcuni giovani". Il tecnico del Psg insiste su un fatto: "In generale il club sta facendo le sue valutazioni, sta valutando anche nuovi giocatori, sta pensando ad arrivi e partenze, ma questo viene fatto anche durante la stagione". Valutazioni che riguardano anche Kylian Mbappè, ma qui è il fuoriclasse francese a riflettere sul suo futuro. "Non so se farà comunicazioni domenica, se così sarà spero che siano favorevoli al Psg, positive per il club e la squadra, ma questo bisogna chiederlo a lui", taglia corto Pochettino che poi torna sul grande rimpianto della stagione: l'eliminazione in Champions con il Real finalista. "Siamo stati la squadra che è andata più vicina a eliminare i campioni di Spagna, più del Chelsea e del Manchester City. L'importante è non smettere mai di provarci e imparare dagli errori". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/red 13-Mag-22 18:48

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Covid, in Italia Omicron al 100% con la sottovariante BA.2 predominante

0  0,00