Calcio: Italiano “Niente calcoli, noi e la Samp ci giochiamo tanto”

3 minuti di lettura

"Il modo di giocare della Fiorentina è sempre lo stesso, temo attaccanti blucerchiati", dice il tecnico viola FIRENZE (ITALPRESS) – "Tutte le tabelle vengono puntualmente stravolte, si possono fare tutti i calcoli che si vogliono, ma poi bisogna preparare al meglio le partite per vincere. Giocheremo dopo le altre ma la nostra preparazione sarà sempre la stessa, abbiamo fatto bottino pieno contro la Roma, ora dobbiamo fare gli ultimi sforzi, facendo gli allenamenti come Dio comanda per cercare di finire in bellezza". Così il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano, in conferenza stampa a due giorni dal match in casa della Sampdoria. "Giocheremo contro una squadra che in casa dà l'anima, che a Marassi si trasforma perchè è uno stadio che trascina, una squadra di qualità, quest'anno ha avuto un po' di difficioltà, ma hanno la possibilità di rimediare, sia noi che loro ci giochiamo tantissimo lunedì – spiega Italiano -, sappiamo che affronteremo una squadra che se è in giornata, soprattutto in casa può far male a tanti. Mancano due partite, dobbiamo arrivare al match con il massimo della concentrazione per ottenere quello che vogliamo. Al di là di esperti e giovani, dobbiamo essere tutti all'altezza della situazione e ottenere il massimo per avere la coscienza a posto, non avere rimpianti ed essere fieri di noi stessi". Al Ferraris servirà una Fiorentina simile a quella che ha messo in ginocchio la Roma. "Il nostro modo di interpretare le partite è sempre stato lo stesso ed è quello che avete visto contro la Roma, sappiamo che rischi comporta e che vantaggi può dare, poi dipende dai giocatori, da come si scende in campo, ma noi avremo sempre lo stesso atteggiamento e la voglia di fare un gol in più dell'avversario", spiega Italiano che poi si sofferma sui pericoli del match di lunedì. "Nella fase di non possesso dobbiamo stare molto attenti, perchè temo moltissimo i loro attaccanti. Spesso fuori casa veniamo puniti da qualche disattenzione che ci costa cara, lunedì sarà l'ultima trasferta della stagione e dobbiamo affrontarla al massimo della concentrazione". Fiorentina, Atalanta e Roma a quota 59 punti, ma i viola giocheranno lunedì, i bergamaschi domenica, i giallorossi questa sera. "Scendere in campo tutti allo stesso orario sarebbe meglio, ma non è possibile e allora bisogna adeguarsi. Giocheremo conoscendo il risultato delle altre, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi, anche perché non siamo capaci di gestire le partite o di fare calcoli, non fa per noi, al di là del risultato delle altre, dobbiamo giocare come sappiamo, solo così possono venire fuori le nostre qualità". Italiano pensa anche alla prossima stagione, quando ai suoi ragazzi chiederà di "essere molto più esigenti con noi stessi, perché quest'anno abbiamo puntato al vento tantissime occasioni. Con la Roma siamo stati concreti e determinati, mi auguro che sia così anche nelle ultime partite di questa stagione". Il tecnico viola si sofferma un giocatore importante come Torreira. "Sia lui che Amrabat hanno dimostrato il loro valore, Torreirà ha una qualità esagerata, si è anche scoperto bomber, non ci sono dubbi su quello che può essere in futuro per questa squadra, ma così come gli attaccanti possono crescere in concretezza, la stessa cosa si può dire per i centrocampisti, bisogna sempre andare a migliorare. Abbiamo visto che giocatori di qualità abbiamo, quelli che sanno trascinare e Torreira è uno di questi. Con la Roma non ha giocato perchè non è riuscito ad allenarsi al 100%, ma ho voluto premiare Amrabat e poi la mia prima idea è sempre quella di mandare in campo giocatrori che sono al 100%, quando non l'ho fatto me ne sono pentito. Qui non ci sono giocatori inamovibili, si devono far trovare tutti sempre pronti". "Avere le risposte che ho avuto contro una grande squadra contro la Roma, per me è una grande soddisfazione. Non mi interssano le caste di 11-12 giocatori, penso che si possano ottenere risultati migliori puntando su tutto il gruppo e quindi proseguirò su questa strada", aggiunge Italiano che non vuole parlare delle differenze che può comportare conquistare o meno un piazzamento europeo per la prossima stagione. "Prima arriviamoci in Europa, poi si vedrà cosa fare, sicuramente ci saranno cose diverse da valutare, ma ne parleremo dopo queste due partite, sapete quanto ci teniamo ad aggiungere questa ciliegina alla nostra torta, quindi siamo concentrati solo su questo". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/red 14-Mag-22 15:06

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Pnrr, Letta “Negoziare con UE flessibilità su modalità utilizzo fondi”

Articolo successivo

Pioli “Atalanta tappa difficile me ne abbiamo superate altre”

0  0,00