Golf: Dopo tre anni Molinari torna a giocare il Pga Championship

1 minuto di lettura

Il piemontese cerca la svolta negli States, in gara anche Woods ROMA (ITALPRESS) – Dopo tre anni, Francesco Molinari torna a giocare il PGA Championship. A Tulsa (Usa), in Oklahoma, è tutto pronto per la 104esima edizione dell'atteso torneo che da domani a domenica vedrà in gara 156 concorrenti, tra questi anche i migliori 19 al mondo. Quindici anni dopo l'ultima volta, il secondo Major maschile del 2022 torna protagonista al Southern Hills Country Club, lì dove Tiger Woods nel 2007 conquistò per la quarta e ultima volta il torneo. E proprio il campione californiano sarà tra i protagonisti dell'ambito appuntamento. "The Big Cat", dopo il rientro al The Masters, disputerà il PGA Championship (la cui storia è cominciata nel 1916) con il sogno di vincerlo per la quinta volta ed emulare quanto fatto in passato da Walter Hagen e Jack Nicklaus, i due recordman della competizione. Reduce dal 17° posto all'AT&T Byron Nelson (PGA Tour), suo secondo miglior risultato stagionale, Chicco Molinari cerca la svolta negli Stati Uniti. In un torneo che lo ha visto già tre volte nella top 10: la prima nel 2009 (decimo), la seconda nel 2017 (quando sfiorò l'impresa e si classificò secondo alle spalle di Justin Thomas) e la terza nel 2018 (sesto). Il piemontese giocherà i primi due round della competizione al fianco dell'inglese Lee Westwood e dell'americano Gary Woodland. Sarà sfida show a Tulsa dove Scottie Scheffler (che quest'anno ha già fatto suoi quattro tornei, The Masters compreso) cercherà di difendere la sua leadership dagli assalti di Jon Rahm. Secondo nel world ranking, lo spagnolo per tornare sul trono deve vincere e sperare che l'americano chiuda oltre il quinto posto (o, in alternativa, quinto a pari merito con un altro o più concorrenti). Grande occasione per Jordan Spieth. Il texano, che nelle ultime due gare disputate ha vinto l'RBC Heritage, classificandosi secondo all'AT&T Byron Nelson, ha l'occasione di completare il Grande Slam e raggiungere nella storia Nicklaus, Gary Player, Ben Hogan, Gene Sarazen e Woods. – foto Image – (ITALPRESS). mc/com 18-Mag-22 13:13

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Mou “La Conference ci è costata punti, ora dobbiamo vincerla”

Articolo successivo

Tg News – 18/5/2022

0  0,00