Calcio: Juric “Futuro Belotti dopo Roma, Bremer merita grande squadra”

2 minuti di lettura

"Di Brekalo lo sa da due mesi ma si è comportato da grande professionista" TORINO (ITALPRESS) – Domani l'ultima gara della stagione contro la Roma, poi ci si siederà a tavolino per programmare un futuro all'altezza della storia del Toro, sebbene con tante incognite. Ivan Juric chiede ai suoi l'ultimo sforzo ("sarebbe un peccato non fare di nuovo una buona partita. Ci sono delle problematiche ma vorrei che squadra facesse una bella gara") ma ad ogni modo il bilancio può essere positivo: "Mi sembra che l'appeal del Torino sia diverso anche se siamo lontani da qualsiasi squadra estera e chi viene da altri campionati ha visto altre cose e viene attratto da altre cose. Ma ho la sensazione che contiamo un po' di più". E chissà che questo non convinca Belotti a firmare il rinnovo. "Ancora non lo sappiamo, ci dovrebbe dare una risposta dopo la partita – fa sapere il tecnico croato – Penso che nelle ultime settimane abbiamo fatto le proposte giuste, lui adesso deve decidere. Lo farà in questi due giorni, poi il discorso sarà chiuso". Ai saluti invece Brekalo: il ds Vagnati ha confermato che il giocatore non vuole restare e dunque non sarà riscattato. "Di Brekalo lo so da due mesi che non vuole rimanere, posso solo dirgli un grande grazie. È stato un grande professionista, ha dato tanto, poi ognuno fa le sue scelte. L'unica opzione era riscattarlo per poi rivenderlo ma alla fine abbiamo preferito così – prosegue Juric – Per queste cifre si possono prendere anche giocatori migliori, può essere un'occasione per noi. Non ho però mai avuto dubbi sul suo impegno o di altri ragazzi che non rimarranno". Fra questi potrebbe esserci anche Mandragora. "Lui e Pobega sono di altre società e non sai mai quello che succede. In questo momento Rolando non è un nostro giocatore, non è scattato l'obbligo legato alle presenze. Praet? E' un giocatore del Leicester, se lo vuoi paghi 15 milioni e lo porti a casa altrimenti devi trattare. Ma non sono situazioni semplici". Juric ammette poi che anche Bremer è vicino all'addio. "Penso che lo perderemo ma abbiamo altri come Zima, Buongiorno e Rodriguez che hanno fatto bene. Non ripartiremo da zero, dobbiamo migliorare e ci sono tante cose da fare ma può essere una grande occasione per prendere giocatori più forti. L'unico caso in cui non sarà possibile sarà quello di Bremer, perchè ha fatto un campionato straordinario e merita una grande squadra. Cercheremo però di sostituirlo con qualcuno che gli si avvicina". E Juric? Resterà? "Penso di sì, poi dipende da quello che vuole fare la società – replica il diretto interessato – Quest'anno è andato alla grande per quello che doveva essere, ma questa piazza ha bisogno di fare passi in avanti, di crescere, che è difficilissimo. Altre società hanno investito tantissimo e fanno fatica ad avvicinarsi a quelle che stanno su. Mi auguro però che sia più chiaro che tipo di giocatori ci servano, adesso vedremo se siamo entrati in sintonia". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). glb/red 19-Mag-22 16:02

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tajani “Sernagiotto ottimo parlamentare legato al suo territorio”

Articolo successivo

Calcio: Italiano “Con Juve il Franchi ci trascinerà, uniti per un sogno”

0  0,00