Seedorf entra nel CdA della Uefa Foundation for Children

1 minuto di lettura

Il presidente Ceferin: "Clarence contribuisce a rendere il mondo un posto migliore" ROMA (ITALPRESS) – Clarence Seedorf entra a far parte del consiglio di amministrazione della Uefa Foundation for Children. L'ex centrocampista di Milan e Inter, leggenda del calcio mondiale, porta un profilo globale e oltre 20 anni di esperienza nel lavoro con progetti di beneficenza. Seedorf, che rimane l'unico giocatore ad aver vinto la Champions League con tre club diversi (Ajax, Real Madrid e Milan), si è dedicato a progetti sociali sia durante che dopo la sua carriera da giocatore, usando il potere dello sport per ispirare un cambiamento positivo. "Siamo lieti che Clarence si unisca alla famiglia dell'Uefa Foundation for Children – ha affermato il presidente Uefa Aleksander Ceferin, che è anche presidente della Foundation for Children – Non solo porta con sé una storia di ispirazione come uno dei calciatori di maggior successo della sua generazione, ma ha continuamente utilizzato le sue esperienze per contribuire a rendere il mondo un posto migliore per gli altri. Avere Clarence nella nostra squadra sarà un enorme vantaggio per la Fondazione: lavoreremo insieme per migliorare la vita dei bambini svantaggiati in tutto il mondo". "È un onore e un piacere entrare a far parte della Uefa Foundation for Children – le parole di Seedorf, classe 1976, che ha indossato la maglia della nazionale olandese 87 volte – Ho seguito da vicino le sue attività e sono molto felice di unirmi al suo lavoro. Ho parlato con il presidente Ceferin per un po' di tempo e apprezzo il fatto che abbia abbracciato l'idea che mi unissi alla squadra. Spero che questa collaborazione possa durare a lungo, per fare grandi cose da restituire alle comunità di tutto il mondo". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). mc/com 19-Mag-22 10:49

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Da Cirino Pomicino la “controstoria” della Seconda Repubblica

Articolo successivo

Cirino Pomicino “Un grande inganno il racconto della Seconda Repubblica”

0  0,00