Calcio: Napoli. Marfella “Debuttare in A in azzuro un sogno realizzato”

1 minuto di lettura

"Non me l'aspettavo, sono stato preso dall'emozione", ammette il 22enne portiere NAPOLI (ITALPRESS) – "E' un sogno come per tutti i ragazzi napoletani poter debuttare nel Napoli in Serie A". Così, ai microfoni di Radio Kiss Kiss, Davide Marfella, 22enne estremo difensore che al 35° della ripresa dell'ultima di campionato in casa dello Spezia ha debuttato nella massima serie. "Sono felicissimo per l'occasione che ho avuto. Per me è stato un pomeriggio indimenticabile, non mi aspettavo di entrare. Quando Spalletti mi ha detto di riscaldarmi sono stato preso dall'emozione – ammette -. Quando sono entrato in campo ho fatto un lungo respiro e poi mi sono calmato. E' stato un momento bellissimo, è andata bene". Terzo portiere che ha la possibilità di lavorare e crescere al fianco di due colleghi di reparto di grande livello. "Per me è stato stupendo allenarmi con Meret e Ospina non solo per la grande classe che hanno ma anche per la caratura umana che mi hanno trasmesso. Li ringrazio tantissimo sia per l'affetto sia per avermi insegnato alcuni segreti di cui farò tesoro", spiega Marfella che poi si sofferma su Luciano Spalletti. "Con il mister ho avuto un rapporto buonissimo, è un uomo preparatissimo e un allenatore meticoloso. Ci ha dato una grande spinta stando sempre sul pezzo a aiutandoci ad ottenere l'obiettivo della Champions", le parole del 22enne portiere azzurro che poi conclude tornando sul suo esordio in A. "Io sono di Pozzuoli e sono orgoglioso di questo debutto per i miei familiari e per miei amici di infanzia. Qualcuno si è anche commosso, è stata una giornata emozionante che divido con tutti coloro che mi sono vicini e che mi hanno sempre voluto bene". – foto agenziafotogramma.it – (ITALPRESS). ari/com 25-Mag-22 14:42

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Motomondiale: A. Espargarò “Veloci e costanti, continuare così”

Articolo successivo

“CALCIO IS BACK”, la Lega A sbarca negli Stati Uniti

0  0,00