Il Monza di Berlusconi in Serie A, prima volta in 110 anni

1 minuto di lettura

I brianzoli si impongono 4-3 dopo i tempi supplementari sul campo del Pisa. PISA (ITALPRESS) – Il Monza vince 4-3 dopo i tempi supplementari a Pisa nella finale di ritorno dei play-off e festeggia la promozione in serie A. La squadra del presidente Silvio Berlusconi, che in coppia con Adriano Galliani ha preso in mano la società dopo i fasti al Milan, trova per la prima la massima serie in 110 anni di storia. "È davvero incredibile, una grande soddisfazione per il lavoro importante fatto dalla squadra" il commento a caldo del tecnico Giovanni Stroppa. "La proprietà è di un'altra categoria e se la merita. È bello per Galliani, Berlusconi e Antonelli. Io metto sempre il massimo. La dedica? Al mio staff e anche a Berlusconi e Galliani". La gara in Toscana si sblocca dopo appena 45 secondi. Sibilli lascia partire un cross dalla sinistra, Pirola si addormenta e Torregrossa ne approfitta insaccando di prima da distanza ravvicinata. Un avvio shock per i brianzoli, che al 9' devono già raccogliere il secondo pallone in fondo al sacco. Beruatto crossa dalla sinistra, Mazzitelli si fa anticipare di testa da Hermansson che incorna nell'angolino lontano dove Di Gregorio non può arrivare siglando il 2-0. Il match è bellissimo e gli uomini di Stroppa, dopo un avvio da dimenticare, accorciano le distanze al primo tiro in porta con Machin. Nella ripresa, il Monza pareggia al 34' con il neo entrato Gytkjaer che si gira bene e incrocia nell'angolino con Nicolas che può solo toccare. È il 2-2 che significherebbe serie A per i lombardi, ma le emozioni non sono ancora finite. Quando tutto sembra perduto, l'altro neo entrato Mastinu, sul fronte opposto, si inventa un gran mancino dalla distanza che finisce la sua corsa nell'angolino alla destra di Gregorio. È il 3-2 con cui le due squadre vanno ai supplementari. L'euforia dei locali dura poco. Al 6' Molina crossa dalla destra trovando l'incornata vincente di Marrone che vale il 3-3 e 5' dopo è ancora Gytkjaer che non perdona Nicolas in uscita per il definitivo 4-3. – foto Image – (ITALPRESS). gm/red 29-Mag-22 23:30

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Zelensky visita le truppe sul fronte a Kharkiv

Articolo successivo

DigithOn. Aidr: al via la più grande maratona digitale, ultime ore per candidare la propria startup

0  0,00