Mondiali2022: Galles-Ucraina. Petrakov”Vogliamo dare una gioia al paese”

1 minuto di lettura

"Viviamo una situazione difficile, c'è tanto dolore", dice il ct ucraino CARDIFF (GALLES) (ITALPRESS) – Un incontro con i massimi dirigenti della Fifa. Andriy Pavelko, presidente della Federcalcio ucraina, alla vigilia dello spareggio mondiale contro il Galles in programma domani a Cardiff, ha incontrato il numero 1 della Federazione mondiale, Gianni Infantino, e il segretario generale Fatma Samura. Tra i temi affrontati i progetti umanitari della Fifa a favore degli ucraini e dei progetti congiunti con la Uefa e le altre federazioni nazionali per sostenere lo sviluppo del calcio infantile e giovanile in Ucraina. Pavelko "ha ringraziato Gianni Infantino e Fatma Samura per il loro forte sostegno all'Ucraina dall'inizio dell'invasione russa e per la tempestiva decisione di rimuovere le squadre russe da tutte le competizioni sotto l'egida dell'organizzazione", informa un comunicato della Federazione. Intanto il ct Oleksandr Petrakov ha presentato la gara con il Galles che, dopo la vittoria in Scozia, potrebbe regalare a Malinovskyi e compagni la qualificazione al Mondiale del Qatar. "Non avverto la pressione della posta in palio, stiamo preparando la partita nel solito modo", spiega Petrakov che poi rivela quanto sia importante il sostegno dei soldati ucraini dal fronte. "Il presidente Pavelko è andato in prima linea, ci ha portato la bandiera dell'Ucraina firmata dai nostri militari. Prima della partita l'abbiamo messa nello spogliatoio. Abbiamo una situazione molto difficile nel nostro Paese. Non tutti possono guardare il calcio, c'è dolore e le persone continuano a morire". Durissima parlare di calcio, ma è anche vero che il e i suoi ragazzi hanno un grande obiettivo: "Stiamo lavorando per rendere felici i nostri tifosi, i nostri soldati, per questo cerchiamo di rimanere concentrati su quello che dobbiamo fare" e di conseguenza sul Galles. "Affrontiamo una squadra molto forte. Rob Page e il suo staff hanno fatto un ottimo lavoro e possono contare su giocatori di livello mondiale come Ramsey, Bale, James. Anche noi, però, abbiamo una buona squadra. In palio c'è il Mondiale, sarà una gran partita ma non so come finirà". Non lo sa neanche Oleksandr Zinchenko, centrocampista del Manchester City e tra i leader della nazionale ucraina: "Il sogno di andare al Mondiale continua, ora abbiamo un'altra partita e dobbiamo vincerla. È una finale e ognuno di noi deve fare la migliore prestazione della sua vita, poi vedremo quale sarà il risultato". – foto agenziafotogramma.it – (ITALPRESS). ari/red 04-Giu-22 19:18

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

FS, Ferraris “In tutto il 2022 gare Pnrr per 19 miliardi”

Articolo successivo

Ancora combattimenti e distruzione, colpito monastero ortodosso

0  0,00