Scherma: Europei. Azzi “Italia con un giusto mix giovani-esperti”

2 minuti di lettura

Dodici i titoli continentali in palio ad Antalya: 25 azzurri al via. ROMA (ITALPRESS) – Archiviata la stagione italiana, la scherma entra nel clou del gran finale internazionale. La settimana che è appena cominciata condurrà l'Italia ai Campionati Europei Assoluti Antalya 2022. Sulle pedane turche, da venerdì 17 e fino a mercoledì 22 giugno, saranno in palio 12 titoli continentali (sei individuali e altrettanti a squadre) con in gara 25 azzurri selezionati dei responsabili d'arma Stefano Cerioni per il fioretto, Nicola Zanotti per la sciabola e Dario Chiadò per la spada. Il debutto è previsto appunto il 17 con le prove individuali di fioretto femminile, che vedranno impegnate Arianna Errigo, Martina Favaretto, Francesca Palumbo e Alice Volpi, e di sciabola maschile, a cui parteciperanno Luca Curatoli, Michele Gallo, Luigi Samele e Pietro Torre. La seconda giornata delle competizioni individuali, sabato 18, vedrà in scena le spadiste Federica Isola, Rossella Fiamingo, Mara Navarria e Alberta Santuccio, e i fiorettisti Alessio Foconi, Daniele Garozzo, Tommaso Marini e Giorgio Avola. Domenica 19 giugno il programma delle gare individuali sarà chiuso dalla spada maschile, con gli azzurri Gabriele Cimini, Davide Di Veroli, Andrea Santarelli e Federico Vismara, e dalla sciabola femminile che vedrà invece l'Italia rappresentata da Michela Battiston, Martina Criscio, Rossella Gregorio ed Eloisa Passaro. Da lunedì 20, poi, spazio alle prove a squadre, secondo la medesima sequenza di calendario. Si ripartirà dunque dalle fiorettiste e dagli sciabolatori, mentre martedì sarà il turno di spada femminile e fioretto maschile, unica gara quest'ultima in cui il team italiano presenterà una novità rispetto all'individuale visto che, al posto di Giorgio Avola, sarà Guillaume Bianchi a completare il quartetto azzurro con Alessio Foconi, Daniele Garozzo e Tommaso Marini. Il sipario sulla kermesse continentale in Turchia calerà mercoledì 22 giugno con le competizioni a squadre di spadisti e sciabolatrici. Gli azzurri hanno rifinito la preparazione nei ritiri pre-Europei di Sarnano (per il fioretto) e Tirrenia (per sciabola e spada) e, alla vigilia dalla partenza della spedizione italiana, di cui sarà capo delegazione il vicepresidente vicario della FIS Maurizio Randazzo, il presidente federale, Paolo Azzi, ha fatto il punto della situazione. "Gli Europei di Antalya, così come i successivi Mondiali che ci attendono tra un mese al Cairo, rappresenteranno un test molto importante dopo una stagione di Coppa del Mondo che ci ha regalato grandi soddisfazioni. Siamo fiduciosi per l'ottimo lavoro fatto in tutte le armi con il coordinamento dei Commissari tecnici e dei rispettivi staff: in Turchia presenteremo un giusto mix di giovani e atleti già di consolidata esperienza a livello internazionale, così come impone un momento storico di avvicinamento alla fase di qualifica olimpica che porterà ai Giochi di Parigi 2024", ha detto il numero uno della Federscherma. "La concorrenza è agguerrita, ma siamo sicuri d'andarci a giocare le nostre carte, sia a livello individuale che a squadre, con grandissime motivazioni e la consapevolezza di poter essere al vertice in ogni specialità", ha aggiunto Azzi. – Ufficio stampa Fis – (ITALPRESS). pdm/com 14-Giu-22 10:38

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Letta “Soltanto uniti si batte la destra, non ci sono piani B”

Articolo successivo

In Europa l’Italia ricicla più di altri Paesi e a costi inferiori

0  0,00