Calcio: Barcellona, Koulibaly e Di Maria alternative a Koundè e Raphinha

1 minuto di lettura

Ottimismo su Lewandowski, De Jong dice no al Manchester United BARCELLONA (SPAGNA) (ITALPRESS) – Kalidou Koulibaly e Angel Di Maria restano in attesa di una chiamata da Barcellona ma entrambi rappresentano il piano B rispetto a Jules Koundè e Raphinha. È quanto rivela "Sport", entrando nel dettaglio delle richieste di Xavi. Koundè, 23enne centrale francese del Siviglia, è il prescelto per raccogliere l'eredità di Piquè e il diretto interessato andrebbe di corsa al Camp Nou, preferendolo alla Premier dove Chelsea e Newcastle sarebbero anche disposti a pagare la clausola rescissoria da 90 milioni. Il Siviglia in realtà potrebbe accontentarsi anche di 65-70, compreso l'inserimento di contropartite tecniche, mentre per quanto riguarda Raphinha, che nei piani di Xavi andrebbe a sostituire Ousmane Dembelé, in scadenza a fine mese, c'è da battere la concorrenza di Arsenal e Tottenham. Qualora il Barcellona non riuscisse ad arrivare a Koundè e Raphinha, allora punterebbe su Koulibaly e Di Maria, con quest'ultimo che continua a prendere tempo con la Juventus. Sul fronte Lewandowski, invece, continua a filtrare ottimismo tanto che, secondo "As", il polacco potrebbe essere presente in ritiro assieme a tutti gli altri nazionali dall'11 luglio. Il Barcellona ha però bisogno di vendere, il giocatore individuato come sacrificabile è Frankie De Jong che però non sembra avere tanta voglia di cambiare aria. L'olandese è l'obiettivo numero uno del Manchester United ma nemmeno l'idea di ritrovare Ten Hag sembra stuzzicarlo: "E' sempre un onore quando altre squadre sono interessate a te ma oggi sono nel più grande club del mondo, sto bene al Barcellona e non ci sono novità". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). glb/red 15-Giu-22 10:06

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Motomondiale: Ezpeleta “C’è stabilità regolamentare, piloti al centro”

Articolo successivo

Motomondiale: Gp Germania, Aleix Espargarò “Potremo fare bene”

0  0,00