Calcio: Diritti tv Mondiali, Al Khelaifi assolto anche in appello

1 minuto di lettura

Condannato a 11 mesi con la condizionale, invece, l'ex segretario Fifa Valcke BELLINZONA (SVIZZERA) (ITALPRESS) – Il tribunale federale di Bellinzona ha assolto anche in appello Nasser Al Khelaifi, presidente del Psg e del beIN Media Group, nell'ambito del cosiddetto "Fifagate". Il dirigente qatariota, che era stato prosciolto già in primo grado e per il quale l'accusa chiedeva 28 mesi di reclusione, era imputato assieme all'ex segretario generale della Fifa Jerome Valcke, che invece – dopo l'assoluzione in primo grado – è stato condannato a 11 mesi con la condizionale (35 mesi la richiesta). Il caso relativo ai diritti televisivi dei Mondiali 2026-30 ruotava attorno a quanto accaduto nel 2013, quando Valcke chiese l'aiuto di al-Khelaifi per acquistare una villa in Sardegna, proprio mentre beIN stava negoziando con la Fifa i diritti tv in Nord Africa e in Medio Oriente per i Mondiali del 2026 e del 2030. Al-Khelaifi avrebbe acquistato la casa per 5 milioni di euro, tramite una società a lui riconducibile, prima di metterla a disposizione di Valcke. – foto Image – (ITALPRESS). glb/red 24-Giu-22 11:15

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

A Trento fermati due jihaidisti, progettavano un attentato in Italia

Articolo successivo

Calciomercato: Juve. Stampa, su Kean anche Fulham e Nottingham Forest

0  0,00