Tuffi: Tania Cagnotto lascia le Fiamme Gialle dopo quasi vent’anni

1 minuto di lettura

L'ex campionessa azzurra ha partecipato a cinque Olimpiadi e otto Mondiali ROMA (ITALPRESS) – Tania Cagnotto lascia le Fiamme Gialle dopo quasi vent'anni di una carriera sportiva straordinaria. La più grande tuffatrice europea di tutti i tempi, una delle più grandi campionesse di sempre del Gruppo Sportivo della Guardia di Finanza, per una curiosa coincidenza ha presentato ieri la sua richiesta di congedo al Comandante del Centro Sportivo, Gen. B. Flavio Aniello, presso la sede di Castelporziano, poche ore prima di ricevere il riconoscimento per la sua eccezionale carriera dal comitato del "XXVI Premio Internazionale Fair Play Menarini", durante la cerimonia di premiazione che si è svolta ieri sera in Piazza del Municipio a Castiglion Fiorentino. Prima, e finora unica, tuffatrice italiana ad essere riuscita a conquistare una medaglia individuale alle Olimpiadi, Tania Cagnotto è stata senz'ombra di dubbio una vera e propria apripista in campo femminile nella sua specialità, che l'ha vista ininterrottamente all'apice per tutta la sua lunga ed incredibile carriera, nella quale è riuscita, anche qui per la prima volta nella storia azzurra al femminile, a fregiarsi del titolo mondiale e, per ben venti volte, della medaglia d'oro agli Europei, cui devono aggiungersi i quarantasette titoli nazionali conquistati. La campionessa bolzanina ha partecipato a 5 edizioni dei Giochi Olimpici, a 8 dei Campionati del Mondo e a 12 edizioni degli Europei, gareggiando nelle specialità del trampolino (1 e 3 metri), nella piattaforma e nel sincro. Le due medaglie a cinque cerchi ottenute alle Olimpiadi di Rio 2016, bronzo a livello individuale nel trampolino da 3 metri e argento nel sincro, hanno rappresentato il meritato coronamento di una carriera ineguagliabile. Arruolatasi nel Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle il 2 dicembre del 2003, Tania Cagnotto è stata insignita di numerosi riconoscimenti per i suoi successi da atleta, ai quali vanno aggiunte ben due promozioni straordinarie per meriti sportivi, arrivando al momento del congedo, sofferto ma sereno, con il grado di Brigadiere della Guardia di Finanza. Nel 2019 a Bolzano gli ultimi tuffi ufficiali in vista dell'olimpiade di Tokyo 2020, prima che la pandemia bloccasse il mondo. Nell'agosto del 2020 la decisione definitiva dell'addio alle gare di un'atleta eccezionale. – Foto Ufficio Stampa Fiamme Gialle – (ITALPRESS). mc/com 08-Lug-22 10:40

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tumore al seno, 142 associazioni hanno raccolto oltre 9,8 mln nel 2021

Articolo successivo

Erdogan vuole i curdi e la Nato dimentica i diritti umani

0  0,00