Calcio: Adli “Orgoglioso di essere qui, Milan più importante di tutto”

2 minuti di lettura

"Proverò ad adattarmi in tutte le posizioni in cui il mister mi farà giocare". MILANO (ITALPRESS) – "Sono orgoglioso di entrare a far parte di uno dei club più importanti del mondo, il migliore in Italia". Così Yacine Adli, centrocampista del Milan, ai microfoni del sito ufficiale, parlando delle sua prime impressioni da giocatore rossonero. Il francese è stato acquistato dal Milan la scorsa estate, ma è rimasto in prestito al Bordeaux per un anno. "Ovviamente la scorsa stagione al Bordeaux è stata complicata; in realtà, tutti e tre gli anni sono stati complicati dal momento che sono arrivato in un periodo difficile per il club. Affrontare situazioni delicate mi ha aiutato a crescere come uomo. Credo che il ricordo di tutto ciò mi aiuterà in futuro a superare momenti difficili e ad andare avanti". Adli si è poi soffermato sulla trattativa che lo ha portato ad indossare la maglia del Milan: "Quando un club come il Milan ti chiama, non importa quali giocatori ci siano al momento, vuoi solo dire di sì". In squadra Adli troverà tanti suoi connazionali: "Per me avere molti compagni di squadra francesi è un vantaggio. Il Milan è più importante di tutto il resto e tutto quello che desideravo era di entrare a far parte di questo club mitico. Ero nell'Academy del PSG con Fodé (Ballo-Touré) e Mike (Maignan). Mike è un po' più grande di me, l'ho visto giocare per diverso tempo, specialmente quando ero giovane. Ho giocato un po' di più con Fodé, un po' ci conosciamo già ma è qui che potremo conoscerci meglio a vicenda. È molto bello poter giocare a fianco di altri ragazzi di Parigi. Conosco Isma (Bennacer) molto bene. Abbiamo in comune lo stesso agente. Penso che lui sia davvero un ottimo giocatore, probabilmente uno dei migliori centrocampisti al momento. Quello che fa è davvero straordinario e sono sicuro che possa fare ancora di più per dimostrare a tutti di potersi fare un nome nel mondo del calcio". Idee chiare e voglia di mettersi in mostra, per Adli, quella col Milan, è una grande occasione: "Voglio solamente poter scendere in campo a giocare. Proverò ad adattarmi in ogni posizione in cui il mister mi vorrà far giocare. Non ho preferenze, ho già giocato in diversi ruoli e questa è una delle mie qualità che, infatti, proverò a confermare". Il Milan parteciperà alla Champions League, una competizione che affascina qualsiasi calciatore e, ovviamente, Adli non fa eccezione: "Disputare la Champions League è il mio sogno d'infanzia. A inizio carriera, l'obiettivo di ogni giocatore è di arrivare in Champions League. Sapere che forse prenderò parte a questa competizione è fantastico, ma devo anche prepararmi bene per farmi trovare pronto". Il classe 2000 ha poi parlato del suo idolo: "Zinedine Zidane un giocatore che ammiro molto e l'ho guardato giocare a lungo". "Riguardo alla mia esperienza, sono stato 3 anni al Bordeaux e ho giocato 100 partite in Ligue 1. Di conseguenza, ho maturato un po' di esperienza. Ora faccio parte di un club completamente diverso, con un fantastico gruppo di giocatori. Mi devo abituare a tutto ciò per essere pronto ad aiutare il mister e il team e per provare a guadagnarmi un posto in squadra. Ho guardato tutte le partite della scorsa stagione. Alcuni giocatori si sono messi in evidenza, penso a Leao, Hernandez e altri, ma credo che lo sforzo di tutta la squadra abbia fatto la differenza. Non vedo l'ora di lavorare con tutti", ha concluso il neo rossonero. – foto livephotosport.it – (ITALPRESS). xd6/pdm/red 09-Lug-22 13:31

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calciomercato: Stampa. Renato Sanches respinge Milan e aspetta Psg

Articolo successivo

Rugby: Test Match. Storica vittoria dell’Irlanda contro All Blacks

0  0,00