Tennis: Djokovic “Us Open? Se me lo permettono ci sarò”

1 minuto di lettura

"Altrimenti non sarà la fine del mondo", aggiunge il serbo, non vaccinato contro il Covid ROMA (ITALPRESS) – "Se mi sarà permesso, sarò a New York. Altrimenti non è la fine del mondo". A margine dell'inaugurazione di un complesso sportivo nel parco archeologico di Visoko, in Bosnia, Novak Djokovic non si sbilancia oltre sulla sua presenza agli Us Open. Ad oggi, con le norme sanitarie vigenti, il serbo non potrebbe entrare negli States perchè non vaccinato contro il Covid. "Sono un tennista professionista e voglio andare dovunque possa giocare. La politica non mi interessa. Ho le mie opinioni e quello che voglio è che tutti abbiano la libertà di scegliere ciò che è meglio per loro. Vorrei che almeno la mia decisione fosse rispettata". A inizio anno Djokovic è stato 'cacciato' dall'Australia, senza poter dunque disputare il primo Slam stagionale a Melbourne, e proprio su questa vicenda ha voluto fornire una precisazione: "Ovviamente non è stata piacevole da vivere. Molte persone pensano ancora che abbia provato a forzare il mio ingresso in Australia senza permesso, ma non è vero e l'ho dimostrato in tribunale. Non andrò mai in un Paese che non mi vuole e che non mi avrebbe dato la sua autorizzazione. Spero di poterci tornare a gennaio, amo l'Australia ed è lì che ho ottenuto i miei migliori risultati negli Slam". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). glb/red 14-Lug-22 16:37

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Le azzurre battono la Cina e volano in semifinale VNL

Articolo successivo

Covid, 107.122 nuovi casi e 105 decessi nelle ultime 24 ore

0  0,00