Calciomercato: Verona. Acquistato Henry dal Venezia

1 minuto di lettura

Pre l'attaccante francese contratto col club gialloblù fino al 2026. VERONA (ITALPRESS) – Il Verona ha reso noto di "aver acquisito dal Venezia, a titolo definitivo, fino al 30 giugno 2026, il diritto alle prestazioni sportive dell'attaccante francese Thomas Henry". Nato ad Argenteuil il 20 settembre 1994, cresce calcisticamente in Francia vestendo le maglie di Bauvais, Frejus St-Raphael, Nantes – squadra con cui esordisce in Ligue 1 – e Chambly. Henry vive la prima esperienza all'estero in Belgio. Nella stagione 2018/19 gioca nella Proximus League – la serie cadetta – disputando il girone di andata con l'Union Tubize-Braine, dove segna 11 gol in 16 presenze, e il girone di ritorno in forza al Lovanio, con cui porta a 13 il conto dei gol siglati e iscrivendosi come terzo miglior realizzatore del campionato. L'anno successivo conferma e migliora le ottime prestazioni tra le file del Lovanio, con cui raggiunge il terzo posto in campionato e conquista la promozione nella massima serie belga, affermandosi allo stesso tempo come capocannoniere della competizione con 15 gol siglati in 25 presenze. Alla terza stagione al Lovanio, nel campionato 2020/21, va nuovamente in doppia cifra – questa volta alla prima esperienza in Jupiler Pro League – siglando 21 gol in 31 presenze. Nell'estate del 2021, le attenzioni del Venezia portano Henry in Serie A, campionato che lo vede presto ritagliarsi spazio nel reparto d'attacco arancioneroverde, dove colleziona 33 presenze, 9 gol e 3 assist, numeri che fanno del francese il miglior marcatore della rosa. "Il Verona rivolge un caloroso benvenuto a Thomas Henry, augurandogli una stagione ricca di soddisfazioni – personali e di squadra – in maglia gialloblù", si legge infine nella nota odierna. – foto livephotosport.it – (ITALPRESS). pdm/com 16-Lug-22 10:45

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sci alpino: Fiocchi d’oro per Brignone e Goggia al “Gran Galà neve”

Articolo successivo

QuiEuropa Magazine – 16/7/2022

0  0,00