Calcio: Arsenal batte Everton, Chelsea supera Club America

1 minuto di lettura

Il tecnico dei Gunners Arteta elogia Gabriel Jesus "Vera minaccia per gli avversari" ROMA (ITALPRESS) – Vittorie per Arsenal e Chelsea nelle amichevoli disputate in America. I Gunners hanno battuto 2-0 l'Everton all'M&T Bank Stadium di Baltimora, nel Maryland: decisivo l'uno-due firmato da Gabriel Jesus al 33' e da Bukayo Saka tre minuti più tardi. "Jesus mette una pressione costante sulle difese avversarie", ha dichiarato il tecnico dell'Arsenal Mikel Arteta sottolineando l'ottimo avvio di stagione del brasiliano. "È una vera minaccia e questo è ciò di cui abbiamo bisogno. È molto versatile, ma vogliamo utilizzarlo nella posizione da numero nove". Buon esordio nel tour americano anche per il Chelsea. All'Allegiant Stadium di Las Vegas, la squadra di Thomas Tuchel ha battuto per 2-1 i messicani del Club America. Vantaggio inglese al 55' con Timo Werner, pareggio immediato cinque minuti più tardi grazie all'autorete di James Reece, gol vittoria al minuto 83 firmato da Mason Mount. Il Chelsea tornerà in campo mercoledì per affrontare lo Charlotte FC e poi sabato sfiderà proprio l'Arsenal. L'amichevole giocata a Brisbane tra Aston Villa e Leeds United, infine, è terminata 1-0: dopo il rigore fallito da Coutinho nel primo tempo, ipnotizzato dal portiere avversario Illan Meslier, ci ha pensato Danny Ings a realizzare il secondo penalty concesso dall'arbitro, stavolta per un fallo di mano di Leif Davis. Infortunio per l'attaccante del Leeds Archie Gray, costretto a lasciare il campo dopo pochi minuti dal suo ingresso: per il 16enne dovrebbe trattarsi di una distorsione alla caviglia. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). pal/red 17-Lug-22 12:36

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Atletica: Mondiali. Mei “Jacobs ha dimostrato un grande coraggio”

Articolo successivo

Ciclismo: Tour2022. Si ritirano Nielsen e Clarke, positivi al Covid

0  0,00