Calcio: Palermo. Brunori “Volevo tornare qui, pronto per la Serie B”

1 minuto di lettura

"Baldini vuole la A? Giusto così, il mister ha una grinta incredibile", dice il bomber rosanero PALERMO (ITALPRESS) – Matteo Brunori voleva restare a Palermo, un'interà città chiedeva che l'attaccante proseguisse il suo cammino in rosanero e quando un matrimonio è così desiderato da entrambe le parti difficilmente non va in porto. L'attaccante, ormai ex Juventus, può considerarsi la prima importante ciliegina nella torta targata City group che ha rilevato l'80% della proprietà da Dario Mirri che è rimasto comunque presidente. "La mia volontà era quella di restare in Serie B al Palermo e anche la Juve lo sapeva – afferma Brunori in conferenza stampa allo stadio Renzo Barbera – Serie A? Ci sono state delle voci ma dentro di me sentivo di voler tornare qui. Mi sento pronto per questo campionato, voglio continuare il cammino iniziato l'anno scorso. Non prometto numeri o gol". E lui di reti ne ha realizzate 29 nella passata stagione culminata con la bella, inattesa e meritata vittoria dei play-off di serie C. "La forza di questa squadra è stata il gruppo, l'allenatore (Silvio Baldini, ndr) e il direttore sportivo (Renzo Castagnini, ndr) sono stati bravi a lasciare l'ossatura della passata stagione. Si è creata un'armonia importante e non andava rotta". E già partita la sfida a distanza con Luca Moro, l'ex attaccante del Catania che si è fermato a quota 21 in serie C (poi gli etnei sono stati esclusi) ma che in serie B, con la maglia del Frosinone, vuole avere la meglio. "Fa piacere, mi dà anche qualche motivazione in più. Lui è un giocatore importante, giovane; accetto la sfida molto volentieri – dice Brunori -. Gli faccio un grande in bocca a lupo, ci vediamo in campo". Il 27enne non soffre la pressione di una piazza come Palermo: "Fa parte del calcio, è il bello. Non la sento e non la voglio sentire, i miei compagni mi hanno sempre dato la giusta responsabilità. Sento di dover aiutare il Palermo, sono contento che si parli di me. Baldini? Porta emozioni dentro lo spogliatoio, ha una grinta incredibile. Ha detto che vuole la Serie A? E' giusto così. Il gol più bello? A Monopoli, ma il più importante è stato quello in finale col Padova. La serie B è un campionato difficile, ce lo siamo guadagnati e ci meritiamo di confrontarci con giocatori importanti. Noi non siamo da meno". Di concrete e poche parole il direttore sportivo Renzo Castagnini: "Il ritorno di Matteo è stato faticoso, abbiamo lavorato molto, tutti ci credevamo. Ringrazio il City Group che ci dà la possibilità di fare certe operazioni; sono qua per aiutarci, darci sostegno e continuità al lavoro fatto. Speriamo di fare quello che loro si aspettano". – foto Image – (ITALPRESS). pc/red 19-Lug-22 14:19

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Fratoianni “Dal Governo nessuna risposta ai problemi”

Articolo successivo

Due arrestati per furti e rapine nel veneziano

0  0,00