Volley: Nations League. Romanò “Spinta pubblico fattore in più”

1 minuto di lettura

L'opposto azzurro fra i protagonisti del successo sull'Olanda con 14 punti. BOLOGNA (ITALPRESS) – Il day after degli azzurri del volley ha il sapore di soddisfazione, dopo l'importante vittoria ottenuta ieri nei quarti di finale della Nations League contro l'Olanda, all'Unipol Arena di Bologna. L'Italia scenderà in campo sabato, alle 21, per la semifinale contro la vincente della sfida tra Francia e Giappone, in programma oggi alle 18. Nell'altra semifinale, alle 21 di sabato, gli Stati Uniti attendono di conoscere chi tra Polonia e Iran staccherà il pass per il weekend bolognese. A commentare a freddo la vittoria di ieri è stato l'opposto azzurro Yuri Romanò, tra i migliori realizzatori contro l'Olanda con 14 punti. "Con l'Olanda è stata una partita tosta, l'emozione ci ha fatto essere frettolosi in alcuni momenti ma alla lunga è uscito il nostro gioco ricco di qualità e abbiamo portato a casa una bella vittoria grazie al gruppo. Siamo contenti, questo era il primo obiettivo della VNL: arrivare qui a Bologna e arrivare a giocarci le gare del weekend", ha detto Romanò. "Avremo modo di analizzare meglio tecnicamente, per arrivare ancora più pronti per la gara di sabato. Ieri è stata un'emozione bellissima, il calore di questo pubblico, è stato fantastico. Giocare per questa Nazionale è fantastico, farlo in Italia è un qualcosa che ti entra dentro. Questo pubblico è un fattore in più, alla lunga ci può dare una grande spinta. Sabato entreremo col coltello tra i denti, di fronte avremo una grande squadra, lotteremo per ottenere un grande risultato", ha aggiunto l'azzurro. – foto livephotosport.it – (ITALPRESS). pdm/com 21-Lug-22 14:16

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Amrabat “Alla Fiorentina vogliamo fare una grande stagione”

Articolo successivo

Calcio: Udinese.Samardzic”Quest’anno tanti talenti e il gioco di Sottil”

0  0,00