Calcio: Joao Pedro “Fenerbahce chance importante, Cagliari nella pelle”

1 minuto di lettura

L'ex capitano rossoblù si è legato al club di Istanbul con un contratto triennale ISTANBUL (TURCHIA) (ITALPRESS) – "Sono arrivato in un club molto grande. Sono davvero felice. Questo è una società unica. È un'opportunità importante per la mia carriera. Penso di aver fatto la scelta migliore. Sono molto felice ed emozionato". Queste le prime parole da nuovo giocatore del Fenerbahce di Joao Pedro. L'italo-brasiliano, ex capitano del Cagliari, si è legato al club turco per le prossime tre stagioni. L'ex 10 rossoblù ha anche salutato i tifosi sardi con una lunga lettera sui social: "Avrei potuto scriverti un libro con parole perfette o dire un semplice grazie, ma non basterebbe in questo momento – ha scritto Joao Pedro -. Perché è difficile trovare le parole per dirti quanto sei stata importante per me. È passato quasi un decennio, tanti e tanti ricordi e momenti indimenticabili. Abbiamo gioito e pianto insieme. Abbiamo fatto la guerra, sempre insieme. Niente e nessuno mi ha mai diviso da te. Critiche, momenti negativi e mancanza di fiducia mi hanno dato solo più carica per fare la storia con te. Il mio nome sarà sempre lì…che onore! È Impossibile dopo così tanto tempo non creare un sentimento forte e puro con la terra che mi ha accolto nel miglior modo possibile, con la maglia che è diventata la mia seconda pelle. Solo io e te sappiamo quello che proviamo l'uno per l'altro. Solo noi due sappiamo il nostro legame unico. Ed è questo che conta per me". L'addio alla Sardegna provoca a Joao Pedro "un sentimento agrodolce, da una parte triste perché ti lascio, dall'altra felice perché faccio parte della tua storia. Sono arrivato ragazzo e vado via uomo e padre. Ho visto i miei figli nascere e crescere qui". Poi il rammarico per non esser riuscito a salvare il Cagliari: "Scusa per i momenti in cui non sono stato in grado di trascinarti in alto. Ma fidati, ho dato tutto. Scusa per il mio silenzio dopo quella maledetta serata a Venezia, ma sono umano anch'io e ho sofferto quanto te e quanto voi dopo quel fallimento", ha concluso il fantasista italo-brasiliano. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). xd6/ari/red 22-Lug-22 16:48

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg Economia – 22/7/2022

Articolo successivo

Tennis: Torneo Amburgo. Musetti vola in semifinale

0  0,00