Milano pronta a ricevere la bandiera Fie per i Mondiali del 2023

3 minuti di lettura

Il passaggio di consegne previsto per sabato pomeriggio al Cairo IL CAIRO (EGITTO) (ITALPRESS) – Il viaggio di Milano 2023 fa tappa al Cairo per uno dei momenti più significativi del percorso che porterà al Mondiale di scherma che tra un anno sarà organizzato in Italia. Domani pomeriggio, in occasione dell'ultima giornata dei Mondiali egiziani, Milano riceverà ufficialmente la bandiera della FIE – la Federazione internazionale di scherma – quale prossima sede della kermesse iridata. La cerimonia ufficiale di passaggio del testimone dall'Egitto all'Italia avverrà presso il Cairo International Stadium Complex, la venue che sta ospitando l'evento agonistico più importante della stagione, alla presenza delle massime autorità schermistiche mondiali. La delegazione italiana che ritirerà la bandiera sarà composta dal presidente della Federazione Italiana Scherma, Paolo Azzi, dall'ambasciatore d'Italia in Egitto, Michele Quaroni, dal presidente del Comitato Organizzatore Milano 2023, Marco Fichera, e dal presidente del Coni Lombardia, Marco Riva. A quel punto, comincerà ufficialmente il conto alla rovescia verso l'ottavo Mondiale che verrà ospitato dall'Italia, per la prima volta in una città "culla" della scherma internazionale quale è Milano. "Sarà un momento simbolicamente molto importante, perché segna il vero inizio del viaggio verso il nostro Mondiale ed è un onore avere al nostro fianco l'Ambasciatore d'Italia in Egitto, Michele Quaroni, con il quale pochi giorni fa abbiamo vissuto la splendida manifestazione del progetto La Bellezza in un Gesto – ha detto dal Cairo il Azzi -. Lo scorso mese di novembre, nel Congresso della Fie a Losanna, Milano ha ottenuto una straordinaria vittoria grazie a una candidatura autorevole e apprezzata dai delegati di tutto il mondo. Ora, dopo il passaggio della bandiera, ci sarà da lavorare intensamente, così come si è già fatto in questi mesi, per raggiungere l'obiettivo a cui siamo proiettati: offrire un Mondiale che sia l'esatta espressione della grande tradizione organizzativa della scherma italiana e delle enormi potenzialità della città di Milano". "Per la scherma, per Milano e per l'Italia inizierà il 'minuto finale di un assalto' che ci ha visto gioire ed essere apprezzati a livello nazionale ed internazionale – aggiunge Fichera – Stiamo progettando, ormai da mesi, un evento che rappresenti al meglio il valore del nostro Paese. Ad un anno da Parigi 2024 e a tre anni da Milano Cortina 2026, dimostreremo ancora una volta quanto di meglio sa offrire l'Italia". "Il Mondiale è un sogno, quello di tanti bambini che praticano sport, di campioni che rendono onore al nostro tricolore, di associazioni e società sportive che ogni giorno servono il nostro Paese. Per tutti loro, insieme a tutte istituzioni, daremo vita ad un grande Campionato del Mondo. Domani diremo al mondo: ci vediamo a Milano! Noi siamo pronti, lo siamo sempre stati". Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia, con delega allo Sport, Grandi Eventi e Olimpiadi Milano Cortina 2026, sottolinea: "Siamo contenti e soddisfatti che un evento così importante possa tornare protagonista nella nostra Regione. Ci tenevamo molto ad ospitare il Mondiale per il grande valore di questa manifestazione. Sarà bello poter riavere dopo 12 anni Milano e quindi la Lombardia, come palcoscenico di questa competizione che, non solo nella nostra regione ma in tutto il nostro paese, annovera tanti appassionati che avranno la possibilità di seguire da vicino tutti gli atleti. Ancora una volta la Regione Lombardia diventa capitale Mondiale di una disciplina sportiva. Con questo passaggio di testimone, il conto alla rovescia verso il Mondiale di scherma 2023 è davvero iniziato – le parole di Martina Riva, Assessora allo Sport, Turismo e Politiche Giovanili del Comune di Milano – Siamo fieri che il prestigioso campionato mondiale torni in Italia dopo 12 anni e che sia proprio la nostra Milano, con la sua lunga, profonda e consolidata tradizione nella scherma, a ospitare le gare. Siamo certi che anche questa volta la città saprà farsi trovare pronta e all'altezza delle attese degli atleti, delle delegazioni sportive e dei supporter". "Il passaggio della bandiera dall'Egitto all'Italia, dal Cairo a Milano, e l'inizio ufficiale del percorso che porta ai Mondiali di Milano 2023, costituisce un momento importante per lo sport italiano nel percorso che porterà tutto il nostro territorio verso Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano Cortina 2026 – la chiosa di Marco Riva, presidente del Coni Lombardia – Come ricordato da Bach, 'Lo sport costruisce sempre ponti e unisce le persone in pace e solidarietà'. Proprio questi momenti di condivisione regalati dallo sport, che riesce a dare continuità e a costruire una comunità pur nelle diversità culturali, ne costituiscono il perfetto esempio. Insieme a tutta la famiglia della scherma italiana faremo in modo che Milano 2023 sia un evento ricordato non solo per la promozione di uno splendido sport, ma anche per il coinvolgimento della gente". – foto ufficio stampa FIS – (ITALPRESS). glb/com 22-Lug-22 12:07

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Spadiste azzurre argento ai Mondiali del Cairo “Presto l’ultimo step”

Articolo successivo

A maggio e giugno rallenta la crescita dell’occupazione

0  0,00