Calcio: Milan. Diaz “Sogniamo seconda stella, qui sono felice”

2 minuti di lettura

'Pioli bravissimo allenatore e bravissima persona: gli sono grato' MILANO (ITALPRESS) – "L'anno scorso è stato tutto molto bello. Sapevamo di avere una squadra di grande talento e che fare la storia era possibile. Alla fine ce l'abbiamo fatta". Così Brahim Diaz, fantasista del Milan, nel corso di un'intervista concessa al quotidiano As. Il jolly spagnolo ha poi parlato di Ancelotti e della vittoria della Champions League da parte del Real Madrid, sua ex squadra: "Ancelotti è sempre stato rossonero: deve essere stato molto contento per quello che abbiamo fatto. Sono felice che i blancos siano diventati campioni d'Europa, ho molti colleghi e amici lì ed è stato molto bello vederli festeggiare". Il Milan ha conquistato il tricolore pur non essendo la formazione favorita: "Siamo un gruppo giovane, è vero, ed era normale che molti pensassero così. Si è creata però un'intesa unica tra giocatori, società e tifosi: tutti abbiamo iniziato a crederci e il risultato, alla fine, non ci ha sorpreso". Classe 1999, lo spagnolo vanta già diverse esperienze importanti e trofei vinti, ma adesso vuole andare oltre con la maglia dei rossoneri. "Abbiamo una rosa che è un mix di gioventù ed esperienza. Abbiamo vinto un titolo importante e siamo cresciuti. Dobbiamo crederci e andare avanti in Europa". Su Pioli: "Mi ha sempre dato fiducia. Sa cosa posso dargli e mi ha aiutato a crescere come calciatore. È un bravissimo allenatore e una bravissima persona: gli sono grato. Sento di essere cresciuto. Sono un perfezionista e so che posso ancora migliorare molto. Nella prossima stagione voglio dare più assist e segnare più gol per aiutare la squadra". Il Milan è stato autore di una stagione incredibile sotto tutti i punti di vista con un altro ex Real ancora una volta in evidenza, Theo Hernandez: "E' un giocatore impressionante – ha sottolineato Diaz -. Ha fisico, qualità, intelligenza tattica. Ho sempre saputo che poteva diventare forte, è già uno dei migliori nel suo ruolo. Il gol con l'Atalanta mostra la sua forza e la sua sicurezza". Per Diaz anche un rapporto di grande amicizia con Zlatan Ibrahimovic: "E' fondamentale per noi, dentro e fuori dal campo. Non smette di dare consigli a tutti ed è impossibile non migliorare guardando quello che fa quotidianamente. Fa la differenza. Negli spogliatoi abbiamo conosciuto i sacrifici che ha fatto con il ginocchio. Ci sono cose che solo chi le vive le capisce". Infine, sulla sua permanenza in rossonero e la nazionale spagnola, Diaz ha concluso: "Sogniamo la seconda stella (il ventesimo scudetto). Qui sto molto bene, sia personalmente che professionalmente. Voglio fare del mio meglio per questo club e continuare a crescere… Lavorerò ogni giorno per fare bene al Milan e per essere preso in considerazione per la Spagna. Non c'è orgoglio più grande per un calciatore che quello di indossare la maglia della propria Nazionale". – Foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). xd6/ari/red 23-Lug-22 15:58

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Neymar “Futuro? Io voglio rimanere al Psg”

Articolo successivo

Tassisti, vittoria sul decreto Concorrenza. Confartigianato: grazie alle forze politiche che ci hanno sostenuto

0  0,00