Calcio: Bastoni “L’Inter è cresciuta ma occhio alla Juve”

1 minuto di lettura

"Il mio amico Skriniar spero che rimanga con noi, Lukaku è sempre lo stesso". MILANO (ITALPRESS) – "L'Inter è cresciuta ma occhio alla Juve. Il mio amico Skriniar spero che rimanga con noi. Lukaku è lo stesso, adesso ci faccia vincere". Queste, in sintesi, le idee del difensore nerazzurro Alessandro Bastoni, intervistato da "La Gazzetta dello Sport". "I bianconeri sono una corazzata ma noi non siamo da meno. Abbiamo iniziato da dieci giorni e la condizione non può essere al top. Qualche errore in questo periodo è concesso e anche la sconfitta a Lens non ci deve preoccupare. Sento che arriveremo presto al nostro migliore livello, tutti insieme", ha detto Bastoni. "Lo ammetto: le immagini dei festeggiamenti del Milan sono state dure da digerire ma è normale. Non vincere già è brutto, se poi a vincere sono i vicini da casa ancora di più. Faremo di tutto per essere noi a festeggiare in città la prossima volta", ha aggiunto il difensore dell'Inter. "Non ho mai avuto il minimo dubbio. Mai pensato di lasciare l'Inter. Qui ho tutto ciò che mi serve per stare bene ed esprimermi al meglio: mi trovo alla grande con i compagni, con la società, adoro Milano, quindi perché andare altrove? Sono contento di esserci, mi vedo ancora per tanti anni con questa maglia e, nel mentre, spero di vincere ancora tanto", ha precisato Bastoni. "Lukaku è la stessa identica bella persona e lo stesso grandissimo attaccante di prima. Non sono stato colpito dalla sua scelta: quando ti trovi così a tuo agio da qualche parte ci vuoi in qualche maniera tornare. È un sentimento naturale e umano. Lo abbiamo riaccolto alla grande, non ci sono né rimpianti né rimorsi: basta solo che ora ci faccia vincere come 2 anni fa", ha continuato il difensore dell'Inter. In conclusione la posizione di Skriniar e l'avversaria di sempre, la Juve: "Milan si è integrato perfettamente negli anni e noi ci siamo integrati a lui nel reparto che abbiamo costruito insieme. In più, è il mio migliore amico nel gruppo. Sarebbe davvero un peccato se ci lasciasse proprio ora, spero che resti. La Juve si è molto rinforzata, la vedo come l'avversaria più pericolosa. Ha preso tanti giocatori forti, come Di Maria, Pogba e Bremer". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). pdm/red 25-Lug-22 09:23

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Draghi il vero populista genererà ora il partito delle sue vedove

Articolo successivo

Tennis: Torna Sinner “Gioco sempre per vincere, se perdo non dormo”

0  0,00