Calcio: Niederauer “Venezia non deve porsi limiti, puntiamo al massimo”

1 minuto di lettura

"Sarà una B dura, ma noi siamo forti e saremo all'altezza", assicura il presidente VENEZIA (ITALPRESS) – Busio resta, così come Crnigoj, Ceccaroni e Haps. Se dovessero arrivare offerte per Cuisance e Aramu, allora potrebbero cambiare aria. L'obiettivo per il 2022-2023? Giocarsela con tutti e, perché no, non farsi sfuggire la possibilità di tornare in A. E non risparmia qualche stoccata a Nsame, che nei giorni scorsi non era stato tenero verso i suoi sei mesi di esperienza veneta. È un Duncan Niederauer a tutto tondo, quello che si presenta in conferenza stampa in una calda giornata di mezza estate. Il presidente del Venezia fa il punto della situazione a due settimane dall'inizio del campionato, passando dalla questione mercato sino a quella degli abbonamenti, con qualche mal di pancia della Curva Sud per non avere degli sconti come previsto negli altri settori. "Busio ha firmato sino al 2025, come nei giorni scorsi hanno fatto gli altri tre suoi compagni Crnigoj, Ceccaroni e Haps. Proveremo a prendere una prima punta; ci avevamo provato con Forte ma il Benevento non lo lascia partire" spiega il presidente. Niederauer si dice pronto ad ascoltare offerte per Cuisance e Aramu. "Per il primo ci sono interessi da società italiane, francesi e spagnole e sono sicuro che a breve trovare una soluzione soddisfacente. Per Aramu non c'è qualcosa di concreto, ma siamo disposti ad accontentarlo qualora si presentasse una proposta valida per tutti" prosegue il numero uno arancioneroverde. Lo stesso replica duro contro Nsame, rientrato agli svizzeri dello Young Boys dopo i sei mesi di prestito a Venezia. L'attaccante aveva parlato di maggiore professionalità del club elvetico, dicendosi insoddisfatto di quanto le ha lasciato l'esperienza umana e calcistica. "È arrivato qui a gennaio e lo staff medico ha fatto il possibile per rimetterlo in forma perché non era nelle condizioni fisiche che ci erano state dette. Solo a fine campionato, si è iniziato a vedere qualcosa di lui. Poi abbiamo scoperto che doveva sposarsi nel giorno di Venezia-Cagliari e non era presente agli allenamenti. Forse la poca professionalità è sua e avrebbe fatto bene a non parlare del Venezia" attacca Niederauer. Il dirigente si dice fiducioso per la prossima stagione. "Javorcic ha consolidato il gruppo, abbiamo una difesa molto forte e un centrocampo solido. Per l'attacco stiamo vedendo. La grande sorpresa sarà Connolly. Sarà una Serie B dura, ma noi siamo forti e dovremmo essere all'altezza delle nostre possibilità. Nulla è scontato, anche andare in Serie A" aggiunge. Infine una battuta sulla questione abbonamenti (il Venezia è ultimo in questa speciale classifica per tessere vendute), con il cuore pulsante del tifo che non ha preso bene i mancati sconti per quel settore. "Ne parlerò con l'ufficio competente e troveremo un accordo" assicura il dirigente statunitense. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). rag/ari/red 29-Lug-22 14:03

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tennis: Raducanu sceglie coach russo e diventa caso politico Uk

Articolo successivo

Calcio: Olivera “Il Napoli un’emozione e un onore, pronto a dare tutto”

0  0,00