Juve sconfitta nell’ultimo test del tour in Usa, 2-0 per il Real

1 minuto di lettura

Decisive per i campioni d'Europa le reti di Benzema e Asensio NEW YORK (USA) (ITALPRESS) – Primo stop per la Juventus nel tour americano. A Pasedana, davanti a oltre 92 mila spettatori del Rose Bowl, vince il Real Madid. I campioni d'Europa di Carlo Ancelotti si impongono per 2-0 grazie alle rete di Benezma (rigore) e Asensio. Tra i bianconeri debutto stagionale di Vlahovic, che gioca al centro del tridente con Di Maria e Kean esterni. Gli assenti sono Szczesny e McKennie. Dopo solo un minuto il Real è già in gol, con Benzema, ma c'è la bandierina alzata dell'assistente dell'arbitro. Al 12'Bonucci colpisce la traversa su calcio di punizione, un minuto dopo Vlahovic ha, in area madrilena, il pallone buono per battere Courtois, ma non trova il tempo giusto. Al 19' passa il Real: accelerazione di Vinicius, Danilo lo tocca in area e l'arbitro Radchuk assegna il rigore; Benzema trasforma con un'esecuzione perfetta. Giocano meglio i madrileni nella ripresa che al 24' raddoppiano: Vallejo crossa per il neo entrato Asensio, che segna da pochi passi. Era l'ultimo appuntamento negli usa. prossimo appuntamento a Villar Perosa, giovedì 4 agosto. «Una buona partita, che conclude un bel lavoro di dieci giorni negli Stati Uniti' ha commentato il tecnico bianconero Massimiliano Allegri. 'Abbiamo affrontato la squadra più forte d'Europa, fin quando è stato possibile giocare lo abbiamo fatto, cercando di gestire i possessi e non buttare via la palla. Sono soddisfatto del lavoro dei ragazzi, possiamo ancora crescere tanto, ci sono giocatori che devono rientrare. Ci sono state tante occasioni da una parte e dall'altra: avremmo dovuto gestire le nostre con un po' più di pazienza. Adesso ci riposiamo un paio di giorni e poi torniamo sotto con il lavoro, il Campionato è si avvicina'. «Stiamo lavorando bene, assorbendo un nuovo sistema di gioco, ho visto una grande disponibilità da parte di tutti. Il gruppo cresce, ci vuole tempo e partite come queste sono fondamentali, perché le amichevoli ormai non esistono più; di fronte a grandi avversari come il Real si vuole vincere sempre'. E' il pensiero del portere della Juve Mattia Perin dopo il Ko contro il Real Madrid di Carlo Ancelotti. 'Che impressione ho avuto degli avversari? Quella di una squadra che si trova a memoria, ed è esattamente il punto a cui vogliamo arrivare noi. Lavoriamo per questo. Io? Sto bene, fisicamente, e sono carichissimo mentalmente» Secondo Manuel Locatelli si è trattato di: «Un bel test: ci spiace per il risultato, ma ho visto cose buone. La squadra sta lavorando e crescendo bene in vista del campionato; non ci nascondiamo, dobbiamo tornare a vincere e lavoriamo per questo, e devo dire che il lavoro che stiamo facendo è di ottimo livello. C'è un bel clima ed è stata una tournée davvero utile e positiva» – foto: LivePHtoSport (ITALPRESS). pc/red 31-Lug-22 09:16

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Elezioni, Zaia “Centrodestra non abbia paura di cambiare”

Articolo successivo

Calcio, Barcellona-New York 2-0 nell’ultimo test Usa

0  0,00