/

Confartigianato: piccole imprese, prime in Europa per numero e qualità. In Italia al top per occupazione e innovazione

1 minuto di lettura

Piccole imprese, grande ruolo per il Paese e poche attenzioni ricevute. È la storia di una eccellenza italiana che, come rivela Confartigianato, merita più attenzione, meno burocrazia e tasse, e maggiori sostegni per l’occupazione.

Primi in Europa

In Italia il 99% della struttura imprenditoriale è composta da micro e piccole imprese (Mpi) che, sottolinea la Confartigianato, nel confronto europeo su dati Eurostat, determinano il 62,8% dell’occupazione delle imprese, superiore al 48,5% della media dell’Unione europea a 27 e al 40,8% della Germania e al 38,4% della Francia.

Record di occupati in Ue

L’Italia è il primo paese europeo per occupazione nelle Mpi del manifatturiero con 1 milione 902mila addetti, il 17,5% in più rispetto ad 1 milione 618mila della Germania. “Le imprese artigiane”, osserva con orgoglio la Confederazione, “sono 1.284.198, il 21,2% delle imprese e con 2.613.608 addetti contribuiscono per il 15,0% degli occupati nelle imprese”.

Lavoro e innovazione

Due sono i settori in cui le piccole imprese brillano. Quello della occupazione e quello della qualità dei prodotti. Queste le cifre rese note dalla Confartigianato. Le microimprese (fino a 10 addetti): 4.211.615, il 95,1% delle imprese attive. Occupati nelle microimprese: 7.489.913, il 43,7% degli occupati delle imprese attive
Micro e Piccole imprese (MPI, fino a 49 addetti): 4.399.289, il 99,4% delle imprese attive
Occupati nelle MPI: 10.863.105, il 63,4% degli occupati delle imprese attive.

Eccellenze contro la crisi

Un grande ruolo lo hanno le attività artigiane che hanno saputo reggere ai colpi duri della pandemia e della crisi. “Le imprese artigiane registrate: 1.284.198, il 21,2% delle imprese
Quelle nate ogni giorno del 2021: 321“, elenca la Confederazione, “Imprese artigiane attive con dipendenti: 405.291
Occupati indipendenti nell’artigianato: 1.303.080
Dipendenti nell’artigianato: 1.310.528”. Questi invece i dati sugli occupati nelle imprese artigiane attive: 2.613.608, il 15,0% degli occupati nelle imprese attive. Infine il “Valore aggiunto” nell’artigianato è di 154.081 milioni di euro, il 9,7% del totale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Lavoro, Orlando firma decreto per bonus 200 euro ad autonomi

Articolo successivo

Samsung, arrivano i nuovi smartphone pieghevoli Galaxy Z Flip4 e Fold4

0  0,00