Sincro: Europei. Cerruti oltre il muro dei 91 nel solo free

1 minuto di lettura

La 28enne ligure si piazza al secondo posto dopo i preliminari. ROMA (ITALPRESS) – Linda Cerruti inizia col piede giusto, nel solo libero, i Campionati Europei di nuoto sincronizzato, cominciati oggi a Roma. La 28enne ligure, della Marina Militare e della Rari Nantes Savona, nella piscina che sorge all'interno dello stadio Nicola Pietrangeli, chiude i preliminari con 91.3000 ed è seconda. A Budapest, ai Mondiali, a giugno, si era classificata quarta, alle spalle della greca Evangelia Platanioti. Per l'atleta allenata dal direttore tecnico azzurr,o Patrizia Giallombardo, le giurie manifestano ampio gradimento: 27.6000 per l'esecuzione, 36.4000 di impressione artistica e 27.3000 per le difficoltà. "Questi Europei sono partiti con il piede giusto. Ero un pochino agitata ma non avevo nulla da perdere. Dopo essere arrivata alle spalle della greca al Mondiale, mi sono detta che volevo rifarmi. Voglio provare a stare davanti. Sono davanti di tre decimi: è poco ma abbastanza per stare davanti. Spero di aumentare il distacco", ha detto la Cerruti. "Ho sentito molto il tifo. È un'emozione grandissima nuotare in questa piscina, mi piace tanto. Qui ho fatto il mio primo esordio nel 2009 come pre swimmer. La prima volta che ho partecipato a una gara assoluta, anche se fuori competizione. Ora 13 anni dopo mi ritrovo qua, anche con la mia squadra. Siamo un gruppo fantastico. Sono contenta di fare tutte le gare, sia singole che di squadra. Ogni esercizio è un'emozione diversa, in squadra le sensazioni sono differenti. Per questo pomeriggio siamo carichissime. Vogliamo fare veramente bene e godercela, sappiamo di essere migliorate dal mondiale", ha detto ancora l'azzurra. Alle 15 ci sarà infatti la prima finale, ovvero quella del team tecnico. In acqua le azzurre Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru e Enrica Piccoli. Al primo posto nel solo free dopo i preliminari di stamattina la ucraina Marta Fiedina, con 94.0000. Non classificata l'altra azzurra, ovvero Susanna Pedotti. Per lei dalle giurie 25.1000 per l'esecuzione, 33.4667 di impressione artistica e 25.0000 per le difficoltà. Totalizza 83.5667 punti che se fosse stata in gara l'avrebbero collocata al settimo posto, a 0.1 dalla tedesca Marlene Bojer. – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). pdm/red 11-Ago-22 12:26

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Vaiolo scimmie, Bassetti “Vaccino? Coinvolgere le associazioni Lgbt”

Articolo successivo

Pecoraro Scanio “Pizzerie locali assumano ex dipendenti Domino’s”

0  0,00