Calcio: Lecce. Con Inter emergenza difesa,Baroni”Pubblico nostra forza”

1 minuto di lettura

Tuia e Dermaku out, per Cetin distorsione alla caviglia LECCE (ITALPRESS) – Tutto pronto per il debutto in campionato del Lecce, con i salentini che affronteranno l'Inter nella prima giornata di campionato. Pochi dubbi per mister Baroni, che nelle retrovie non avrà nessuno dei tre difensori centrali di ruolo presenti in rosa. Il tecnico giallorosso dovrà fare a meno non soltanto di Tuia e Dermaku, ma anche di Cetin (comunque convocato), alle prese con una distorsione alla caviglia. Verranno pertanto adattati nel cuore delle retrovie Blin e Baschirotto. Sulla destra ci sarà Gendrey, mentre sul versante opposto vi sarà l'unico ballottaggio di giornata. Una sola maglia da titolare verrà contesa da Gallo e Frabotta, con quest'ultimo in vantaggio sul terzino ex Virtus Francavilla. In mediana spazio a Hjulmand, Bistrovic ed Helgason, con Askildsen che non è stato convocato dopo la gastroenterite dei giorni scorsi. Il tridente offensivo sarà composto da Strefezza, Di Francesco e Ceesay, con il terminale offensivo timidamente tallonato dal più giovane Colombo. Alla vigilia del match, mister Baroni ha presentato così la sfida ai nerazzurri: "La squadra sta bene, siamo pronti a giocare una partita bellissima davanti ad un pubblico numeroso che dovrà rappresentare la nostra forza. Affrontiamo la squadra più forte, lo sapete e lo sappiamo benissimo. L'Inter vanta 18 giocatori dello scorso anno e la stessa guida tecnica con un sistema di gioco rodato attraverso grandi campioni. Noi siamo in costruzione ma questo non deve essere un alibi. Ho detto ai ragazzi che dobbiamo bruciare il tempo per diventare squadra, quindi ci serve una prestazione fatta di attenzione, dedizione e corsa. Non possiamo assolutamente sbagliare l'approccio. Quando si parte con un'avventura così meravigliosa bisogna credere in quello che si fa e lavorare minuto dopo minuto. Bisogna creare un'identità anche quando e se l'organico non è ancora al completo. Dobbiamo partire dalle componenti che vi ho elencato. La fascia di capitano? Domani vedrete chi la indosserà. Non ho intenzione di buttarla per aria e vedere chi la prende, quindi parlerò prima approfonditamente con il diretto interessato". A preoccupare l'emergenza in difesa. "Abbiamo tutti i centrali infortunati, sembra una maledizione, ma dovremo arrangiarci – spiega Baroni -. Chi scenderà in campo dovrà dare il massimo, a prescindere dal ruolo in cui giocherà. Nel secondo tempo mi affiderò ai cambi per preservare chi non ha 90 minuti nelle gambe. L'attesa è stata lunga, ma domani si parte tutti insieme. Il terreno di gioco ha patito il caldo, è vero, ma ora è in buone condizioni e tra 15 giorni sarà perfetto". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). zzc/ari/red 12-Ago-22 20:25

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Quadarella domina gli 800: terza vittoria di fila agli Europei

Articolo successivo

Renzi “Non avrei firmato accordo con Pd come Calenda”

0  0,00