Amatrice, ecco i dieci punti per lo sviluppo

1 minuto di lettura

Ad Amatrice sono stati presentati i dieci punti per lo sviluppo che il sindaco Giorgio Cortellesi ha tradotto in una frase molto efficace: “Non una cittĂ  dormitorio, ma una cittĂ  vivibile”
Ma andiamo a scoprire di cosa si tratta:

“Ricostruzione pubblica e privata, Comune-ente formatore, rete dei ristoratori, campo sportivo, palestra, servizi sociali, rete stradale, isola ecologica, ospedale, tele-assistenza, promozione culturale, sportello Europa, sportello lavoro, comunitĂ  energetica”

Questi, alcuni dei punti illustrati alla popolazione, durante l’incontro che si è svolto presso l’Auditorium della Laga, presenti il sindaco di Amatrice Giorgio Cortellesi e la sua squadra di governo, dal vice-sindaco Roberto Serafini, all’assessore all’ambiente e territorio Alessio Di Fabio, al capo gruppo di maggioranza Luca Poli, ai consiglieri Giorgio Nibbi, Fabio D’Angelo, Silvia Iafrate e Alfonso Bucci.

“Non basta la sola ricostruzione delle case, giusta e sacrosanta – ha dichiarato il sindaco Cortellesi – Amatrice non può diventare una mera cittĂ  dormitorio. Per questo l’Amministrazione, da quando si è insediata, ha messo in campo iniziative progettuali, mirate a far ripartire economicamente il territorio. Sviluppo e vivibilitĂ  sono infatti, le nostre due stelle polari”.
“Abbiamo davanti a noi una grande sfida – ha continuato il sindaco – costruire il futuro, armonizzando tradizione, memoria, identitĂ  e modernizzazione. Dobbiamo rivitalizzare una comunitĂ  che deve scegliere una terra dove si possa vivere bene, mettere su famiglia, investire. Per questo ci vogliono servizi efficienti, infrastrutture di qualitĂ  e occasioni produttive serie”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Energia, Belusconi “Servono provvedimenti urgenti”

Articolo successivo

Tennis: Atp Finals. Tsitsipas n.2 della Race, azzurri puntano New York

0  0,00