Calcio: Mihajlovic “Dispiace per inizio stagione bologna ma ne usciremo”

2 minuti di lettura

"Dobbiamo essere più disperati nel difendere e più cinici quando attacchiamo" BOLOGNA (ITALPRESS) – Il Bologna non è partito bene ma non bisogna lasciarsi prendere dal panico. Il pari con la Salernitana di giovedì ha lasciato l'amaro in bocca nell'ambiente rossoblù e già la gara di domani al Picco contro lo Spezia rischia di essere un crocevia importante. "Abbiamo giocato quattro partite, manca il 90% del campionato, c'è tutto il tempo per recuperare – prova a rasserenare l'ambiente Sinisa Mihajlovic – Sappiamo che con 2 punti dopo 4 giornate bisogna cambiare marcia ma per quanto mi riguarda abbiamo perso dei punti ma non siamo stati sconfitti nell'orgoglio, nell'autostima, perchè in tutte le partite siamo stati in gara fino all'ultimo, la squadra ha giocato, ha creato, purtroppo abbiamo fatto pochi gol. Dobbiamo essere più disperati nel difendere e più cinici quando ci sono le occasioni per buttarla dentro. Questo è qualcosa che non si può insegnare ma che si ha dentro e che bisogna tirare fuori ma sono sicuro che domani i ragazzi faranno quello che devono". Anche il tecnico serbo è finito sul banco degli imputati. "Sono il primo responsabile di quello che succede, lasciate in pace i ragazzi, sono io quello che li allena e li mette in campo. A questi ragazzi voglio molto bene, abbiamo passato tante cose insieme, mi hanno aiutato, sono prima uomini che calciatori. Dispiace per questa situazione ma siamo convinti che ne usciremo, vedo nei ragazzi la voglia di vincere le partire – prosegue Mihajlovic – Non è la prima volta che mi trovo in discussione per dei risultati non all'altezza ma ho le spalle larghe, non è che la cosa non mi faccia dormire, anzi, cerco di dare il massimo e di trovare delle soluzioni per uscirne. L'importante è mantenere l'equilibrio e non perdere la fiducia, poi si sistema tutto. Se ho parlato con Saputo? Col presidente non mi sono visto nè sentito ma sono come sempre a disposizione, per me è tutto come prima". Per quanto riguarda lo Spezia, "gioca bene in casa, ha fisicità, ci metterà in difficoltà, sulla carta siamo più bravi ma dobbiamo dimostrarlo". Potrebbe esserci spazio per qualcuno dei nuovi arrivati. "Zirkzee l'ho visto abbastanza bene, è un giocatore che ha tutte le carte in regola: ha fisicità, sa fare gol, è un giovane che può diventare un calciatore importante, potrebbe giocare domani dall'inizio o a gara in corso. Moro? Può giocare anche con Schouten, è molto simile a Brozovic, sa giocare, va a cercarsi la palla e gioca molto in verticale. Dovrebbe ingrossarsi un po' ma è un giocatore di talento". Infine, sulle offese che gli sono state rivolte via social toccando la sua sfera privata e lo sfogo su Instagram della figlia Viktorjia, Mihajlovic sottolinea che "ha risposto perchè c'erano insulti che non c'entravano nulla col calcio. Sono le solite merde che si nascondono e poi quando ti vedono ti fanno i complimenti. È il mondo di oggi, ci si nasconde dietro le tastiere e si insulta perchè non si hanno le palle per dirlo in faccia. Io sono abituato, i miei figli un po' meno e mi dispiace per loro ma dovranno abituarsi perchè la vita è così. Ma quando si oltrepassa il limite bisogna rispondere in una certa maniera". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). glb/red 03-Set-22 12:15

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Alvini “Cremonese meritava di più ma abbiamo fiducia”

Articolo successivo

Elezioni, Calenda “Dissolto lo spirito repubblicano”

0  0,00