Zanetti “La Salernitana non lotta per il nostro stesso obiettivo”

1 minuto di lettura

Il tecnico dell'Empoli: "Dobbiamo cercare la continuità di prestazione" EMPOLI (ITALPRESS) – Sulla carta Salernitana-Empoli è uno scontro salvezza, ma in vista del match contro i campani il tecnico azzurro Paolo Zanetti spiega che ci sono differenze importanti tra le due squadre. Lui e il suo Empoli, però, sono pronti a battagliare per i 3 punti. "Mi viene da pensare che una squadra che ha investito 50 milioni sul mercato non lotti per il nostro stesso obiettivo – dice nella conferenza stampa della vigilia il mister dei toscani – ma questo significa poco. Come sempre sarà ancora una volta il campo a parlare. Dobbiamo fare risultato e cercare di dare continuità di prestazione. La fine del mercato fa iniziare un altro capitolo, sono arrivati ragazzi importanti che alzano il livello. Anche i nuovi si sono presentati bene anche se devono mettere minuti nelle gambe". L'ex allenatore del Venezia parla anche delle possibili scelte di formazione per domani sera."Può darsi che ci sia qualche cambio ma non stravolgerò la squadra. Voglio che tutti raggiungano una buona condizione fisica. Non è detto che Bajrami sia titolare, si gioca il posto con Pjaca. Purtroppo Destro non ci sarà e dobbiamo fare dei ragionamenti". "Baldanzi? Ho parlato con lui – aggiunge Zanetti – è un ragazzo che ha aspettato il suo momento. Deve ragionare in maniera lungimirante, è un infortunio muscolare da impatto e starà fuori un mese ma non lo condizionerà nel futuro". Il tecnico analizza anche in cosa può migliorare la sua squadra nell'arco della gara. "Nelle ultime gare ci siamo complicati la vita negli ultimi minuti – ammette Zanetti – e questo mi fa pensare anche quanto è importante avere dei cambi di livello. Ora alibi non ce ne sono più, deve parlare il campo. Non ho mai nascosto la volontà di tornare qua, spero di rimanere a Empoli il più possibile. Ho a che fare con protagonisti, si capisce adesso da dentro come mai una città così piccola riesca a fare calcio così di livello per molto tempo. Entro nell'idea di questo tipo di lavoro, ho fame di risultati e stiamo mettendo le basi che cercavo per un futuro importante. Non credo nel turnover a meno che qualcuno non mi dia la sensazione di essere stanco, i ragazzi sono talmente allenati che possono fare talvolta tre gare in una settimana". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). mar/mc/red 04-Set-22 14:12

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Calcio: Monza. Stroppa “Atalanta fisica, ma noi vogliamo fare punti”

Articolo successivo

Pareggio senza reti tra Cremonese e Sassuolo

0  0,00