Calcio: Cioffi “Sarri un maestro, contro Lazio serve un Verona al 110%”

1 minuto di lettura

"Squadra al completo, dobbiamo migliorare, ma pronti a giocarcela", dice il tecnico dell'Hellas VERONA (ITALPRESS) – Allo Sporting Center Paradiso di Peschiera i gialloblù del Verona hanno svolto una seduta mattutina tra esercitazioni sui calci piazzati a favore e schemi per lo sviluppo delle azioni offensive. Domani è in programma la rifinitura tecnica. Cioffi ha parlato in conferenza stampa della gara di domenica contro la Lazio, partendo dalle buone condizioni del gruppo e dall'infermeria. "Bello lavorare con l'organico al completo, soprattutto per il piacere di allenare e perché ho visto i ragazzi felici, ho percepito un'energia positiva e abbiamo lavorato sulle varie cose da migliorare. Abbiamo recuperato Dawidowicz e Piccoli, con la Lazio ci saranno tutti. La competizione fa bene a loro e fa bene a me in fase di scelte da prendere", spiega il tecnico dell'Hellas che si sofferma su Doig. "E' arrivato anche per la sua possibile duttilità nella difesa a 3 a sinistra. Credo però che oggi sia prematuro e che siano da valorizzare le sue qualità e la sua corsa sulla fascia". Secondo Cioffi il suo Verona deve "migliorare, ma con la consapevolezza che nelle ultime due o tre settimane abbiamo fatto tanto. Ora andremo a ritoccare la fase offensiva sui piazzati e lo sviluppo di gioco, senza però perdere in affidabilità". Contro la Lazio il tecnico dei giallobù chiede ai suoi ragazzi "coraggio, sapendo che per far risultato a Roma dovremo dare il 110%, perché l'ambiente sarà molto caldo. Noi saremo pronti alla sfida e ce la giocheremo". Lazovic trequartista è stata una bella sorpresa per molti, ma non per lui. "Non mi ha sorpreso perché altrimenti non l'avrei fatto giocare lì. Darko sa giocare a calcio, è completo e può giocare ovunque. In quel ruolo oltre a lui abbiamo tanti giocatori disponibili. I nuovi arrivi hanno portato competitività e freschezza, che sono aspetti di cui avevamo bisogno. Non è facile ritrovare energie nervose ogni anno, ma questo fa bene alla squadra in generale". Tornando alla gara contro la Lazio, Cioffi rivolge sinceri complimenti al tecnico biancoceleste. "Innanzitutto per me è un onore essere definito collega di Sarri, è un maestro, si è formato da solo e ha vinto insistendo con le sue idee. Troveremo una Lazio che gioca a memoria, carica dal risultato ottenuto in coppa". Infine un'ultima battuta su Coppola: "Non guardo l'età, guardo l'atteggiamento e come il giocatore lavora in settimana. Gioca chi vedo meglio". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ab/ari/red 09-Set-22 17:27

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tg Sport – 9/9/2022

Articolo successivo

Ciclismo: Vuelta2022. Pedersen vince 19^ tappa, Evenepoel resta leader

0  0,00