Calcio: Gotti “Addio Pecini fulmine a ciel sereno, ho fiducia Spezia”

1 minuto di lettura

"Napoli molto forte, serviranno attenzione e coraggio, dice il tecnico dei liguri LA SPEZIA (ITALPRESS) – "Sono molto dispiaciuto per quanto successo con Pecini, posso dire che per me è stato un vero fulmine a ciel sereno; in questa settimana ho più volte parlato con la società che ha voluto darmi segnali di gradimento per quanto fatto finora e ha ribadito la propria fiducia. Inoltre, il club non ha intenzione di abbassare il livello di questa squadra e mi ha dichiarato tutta la volontà di avere sempre più uno Spezia competitivo". Così il tecnico dello Spezia, Luca Gotti, alla vigilia del match di domani in casa del Napoli, appuntamento che arriva al termine di una settimana difficile. Detto del divorzio con il direttore Pecini e della fiducia della società, Gotti si concentra sulla partita, partendo dalle condizioni del gruppo: "Sul fronte infermeria, la situazione non è migliorata molto. Oggi si allenerà per la prima volta con la squadra Strelec, confido quindi di portarlo a Napoli. Gli altri hanno fatto progressi individuali, ma le tempistiche sono più lunghe. Ampadu domani sarà disponibile, confido di utilizzarlo e di impiegarlo nella linea difensiva: da quando è arrivato mi ha dato massima disponibilità". Trasferta sulla carta proibitiva, mister Gotti lo sa e ha grande stima nei confronti della formazione di Spalletti. "Il Napoli è una squadra molto forte, riesce ad associare un possesso palla di qualità ad una grande intensità nel muoverla nello stretto. Poi sono molto bravi ad attaccare la profondità, potendo contare su attaccanti molto veloci. Dovremo stare attenti a questo aspetto, che peraltro abbiamo pagato a caro prezzo contro il Bologna: attenzione e coraggio, cercando di concedere il meno possibile ai nostri avversari". Cinque punti in cinque gare per i liguri. "Sul bottino conquistato finora posso dirmi soddisfatto, con un calendario così complicato era difficile fare meglio. È chiaro che all'allenatore rimane sempre un po' di rammarico ripensando ad alcune situazioni, in ogni caso sappiamo che lo sguardo deve essere sempre proiettato in avanti – spiega Gotti -. Siamo alla sesta giornata e dobbiamo crearci una nostra identità di gioco. Per questo motivo non ero contento del passo falso a San Siro, dove non era stato fatto un passo in avanti nel nostro percorso di crescita. Mi piacerebbe pensare che in ogni partita in cui si scende in campo si possano creare i presupposti per crescere e migliorare". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/com 09-Set-22 16:52

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Ue, Mattarella “L’Italia sostiene l’adesione della Macedonia del Nord”

Articolo successivo

Superbike: Pioggia condiziona libere in Francia, miglior tempo Lowes

0  0,00