Calcio: Sottil “Udinese sa dove vuole arrivare, siamo su strada giusta”

2 minuti di lettura

"Il Sassuolo è una squadra che sa giocare bene, ma noi siamo pronti", dice il tecnico friulano UDINE (ITALPRESS) – Dieci punti in 5 partite e prestazioni di altissimo livello, a cominciare dall'ultima contro la Roma (4-0) alla Dacia Arena. Ottimo inizio di campionato per l'Udinese che domani avrà un test importante in casa del Sassuolo. "Le grandi prestazioni contro squadre blasonate ti danno una grande iniezione di autostima – spiega Andrea Sottil -. Ti rendono consapevole delle tue qualità e dell'identità crescente. Dobbiamo sfruttare l'inerzia di questo entusiasmo, trasformandolo in sacrificio in allenamento, per crescere sotto tutti i punti di vista". I quattro gol alla Roma sono stati importanti per tutto l'ambiente, ma l'aspetto che il tecnico friulano preferisce sottolineare è la capacità del suo gruppo di non farsi prensere dai facili entusiasmi. "Ci sono stati sorrisi in questa settimana, ma su facce concentrate, consapevoli che bisogna archiviare subito la vittoria contro la Roma. I ragazzi si sono proiettati immediatamente alla gara col Sassuolo e ne sono contento. Domani incontriamo una squadra rodata, che gioca un calcio ben preciso, ma mentalmente e fisicamente ci arriviamo bene". Sottil negli allenamenti vede "la crescita del gruppo, risposte immediate. Dal primo giorno ho sempre saputo di avere giocatori con voglia, con motore per fare un determinato tipo di gioco, tecnica e qualità. Sono loro che ti invogliano ad essere aggressivo in avanti e continuare con questa aggressività. Ne sono felice, penso che dobbiamo crescere ancora tanto, ma quando hai un gruppo che ti segue lo si vede la domenica". La riprova sono le ultime prestazioni dei bianconeri. "Quando tutti recepiscono che lavorando duramente vengono fuori prestazioni importanti, chiaramente è trainante", prosegue Sottil, che si riferisce poi "anche al nostro pubblico, che è sempre super. È fantastico avere 500 persone al Mapei Stadium, quindi avanti così. C'è soddisfazione nel vedere la squadra crescere come l'allenatore la vuole. Nella mia testa c'è sempre stato un obiettivo al quale portare l'Udinese. Siamo sicuramente sulla strada giusta". Tornando alla gara col Sassuolo, i precedenti fanno ben sperare, ma Sottil sa che sarà dura: "Affrontiamo una squadra che ama giocare fraseggiando rasoterra, sul corto. Hanno giocatori che sanno creare superiorità col palleggio, con movimenti a inserirsi, nell'uno contro uno. È un ambiente sereno, in cui si vede una strategia dietro, ma noi ci siamo preparati bene". "Veniamo da un buon momento e abbiamo l'obbligo di dare continuità alle prestazioni. Domani dobbiamo entrare in campo concentrati, cattivi agonisticamente e feroci nell'andare a caccia della palla", spiega Sottil che tiene al risultato, ma ancor di più alla prestazione, ad avere conferme sul piano del gioco: "Dobbiamo giocare il nostro calcio. Abbiamo dimostrato di saper mettere in difficoltà chiunque in fase offendente. Abbiamo preparato le cose da fare e sono convinto che le faremo bene". Tra i giocatori più importante nel suo scacchiere il Tucu Pereyra, bravissimo ad adattarsi al ruolo di esterno destro. "È il nostro capitano e un giocatore di altissimo livello. Il mio rapporto è diretto con tutti. Lui negli ultimi anni ha giocato mezzala o sulla trequarti e credo sia giusto confrontarmi con un giocatore del suo calibro e parlare con lui della possibilità di aprirsi. Ci siamo trovati e non ho mai avuto dubbi sul suo rendimento in quel ruolo, perché è un giocatore di elevata intelligenza calcistica, con grandissime qualità e in una condizione fisica straordinaria. Ci dà qualità lì davanti, dobbiamo essere bravi a supportare le scalate per farlo giocare più avanti possibile. L'ho ringraziato per la sua disponibilità, ma è stato un confronto veramente semplice e naturale". – foto LivePhotoSport – (ITALPRESS). ari/com 10-Set-22 14:18

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Gasperini “Primato come maglia rosa, dubbio Demiral per Cremonese”

Articolo successivo

Letta “Il lavoro sarà il cuore della prossima legislatura”

0  0,00