Totti “Non ho tradito per primo, con Ilary spero in un accordo”

2 minuti di lettura

L'ex calciatore "Ho sofferto tanto, ora voglio tutelare i miei figli" ROMA (ITALPRESS) – "Questa storia per me non è gossip. Questa storia per me è carne e sangue. C'è di mezzo la mia vita. Ci sono di mezzo tre persone che amo più di me stesso: i miei figli, che voglio proteggere in ogni modo. E c'è un amore durato vent'anni. Tutto mi sarei aspettato, tranne che finisse in questo modo". Comincia così il racconto di Francesco Totti a "Il Corriere della Sera" sulla storia d'amore terminata con Ilary Blasi. "Non ho ancora detto una parola. Ma ho letto troppe sciocchezze, troppe bufale. Alcune hanno anche fatto soffrire i miei figli. Ora basta. Ho letto che il colpevole della rottura sarei soltanto io. Che il matrimonio sarebbe finito per colpa del mio tradimento. Non sono stato io a tradire per primo. Poi tornerò a tacere. Qualunque cosa mi sarà replicata, starò zitto. Perché la mia priorità è tutelare i miei figli", spiega l'ex calciatore raccontando come è nata la crisi. "Tutto è iniziato nel 2016. Il mio penultimo anno da calciatore. Smettere non è facile. E un po' come morire. L'ho anche detto, nel discorso di addio allo stadio: 'ho paura, statemi vicino'. E i romanisti non mi hanno mai lasciato solo. Ilary non ha capito l'importanza di questo dolore. Poi è arrivato Il 12 ottobre 2020. È morto papà. Di Covid. È stato un periodo tremendo. Per fortuna c'erano i figli. Mia moglie invece, quando avevo più bisogno di lei, non c'è stata". "Anche io ho fatto errori, certo. Quando si rompe, si rompe in due: 50 e 50. Avrei dovuto stare di più con lei, da solo – ammette Totti – La storia con Noemi Bocchi? E' iniziata dopo Capodanno. E si è consolidata nel marzo 2022. Lei è totalmente diversa da Ilary. Ripeto: non sono stato io a tradire per primo. A settembre dell'anno scorso sono cominciate ad arrivarmi le voci: guarda che Ilary ha un altro. Anzi, più di uno. Mi pareva impossibile. Invece ho trovato i messaggi. Le ho guardato il cellulare. Era un uomo totalmente diverso da me: è stato uno choc. Io ho preferito far finta di niente. Ho mandato giù, per non sfasciare la famiglia, per proteggere i ragazzi. Soffrivo come un cane. Questo mi ha gettato in depressione. Non riuscivo più a dormire. Facevo finta di niente ma non ero più io, ero un'altra persona. Ilary ha frequentato lui e altri uomini un po' troppo da vicino. Prima che nascesse la mia storia con Noemi. Lei probabilmente si era stufata. Perché in realtà il matrimonio era finito. Io ho cercato un accordo, non volevo finire in tribunale. Così ho proposto: pensiamo prima ai figli, lasciamo la casa a loro, e noi ci alterniamo, facciamo tre giorni per ciascuno. Ma Ilary ha detto no. Allora le ho proposto di dividere la casa, in fondo è grande. Oppure di prenderne una tutta per lei. Niente da fare". "Con suo padre è andata a svuotare le cassette di sicurezza e mi ha portato via la mia collezione di orologi – prosegue Totti – Non ha lasciato neanche le garanzie, neanche le scatole. Ci sono alcuni Rolex di grande valore. Sostiene che glieli ho regalati; ma se sono orologi da uomo. Mi rifiuto di pensare che sia questione di soldi. Semmai, è un dispetto. Mi ha fatto anche seguire da un investigatore privato. Persone a lei vicinissime mi hanno messo le cimici in macchina e il gps per sapere dove andavo; quando bastava che me lo chiedesse. Altre persone si sono appostate sotto la casa di Noemi. Temo che con Ilary finirà in tribunale. Spero ancora che si possa trovare un accordo e chiudere qui questa storia. Di sicuro, io adesso mi taccio". – Foto Image – (ITALPRESS). pal/red 11-Set-22 10:48

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Berlusconi “Ai giovani stipendi di almeno mille euro al mese”

Articolo successivo

Calcio: Mls. Bernardeschi segna ma il Toronto perde

0  0,00